giovedì 28 gennaio 2016

Sessione invernale

Ciao ragazze! Sono stata a Milano dal 18 gennaio ad oggi (sto tornando ora a Palermo) e ho fatto due esami. Più che fatti, diciamo che li ho rubati... Ho studiato veramente pochissimo, anche a causa della febbre e della congestione naso-orecchie-gola che mi sono durate 3-4 giorni. Ma ho avuto abbastanza culo e ho comunque realizzato un'impresa titanica: ho portato a casa un 30 e un immeritatissimo ma molto gradito 30 e lode. Mi manca l'ultima materia, che farò a fine febbraio, e poi dedicherò il prossimo trimestre al tirocinio (che devo ancora trovare) e alla tesi, e a luglio mi laureo! Si spera... Con C sta andando bene, ha più problemi di me a reggere la distanza ma ce la possiamo fare. Ci credo in questa storia. Col cibo e il peso va piuttosto male... Mangio come se non ci fosse un domani e nel frattempo mi faccio del male guardando vecchie foto e fantasticando su come sarebbe bello essere di nuovo magra, laurearmi da magra... Ma vabbè. Se ci penso è peggio. Intanto voglio godermi questi 20 giorni col cane, la famiglia, gli amici e C. Stare lontana da Palermo mi pesa sempre di più... Non voglio pensare che se comincio il tirocinio a Milano, non potrò più neanche scendere così spesso... Spero che a voi vada tutto bene. Un bacio

martedì 12 gennaio 2016

6 mesi dopo..

Ciao! Non so se ci sia ancora qualcuna a leggermi.. Dall'ultimo post è passata una vita.. Vi aggiorno un po':
- Da giugno le cose con D. sono andate sempre peggio: si litigava continuamente e non si riusciva a chiarire. Dopo un litigio, anche molto breve, ci limitavamo a non parlare, a non cacarci per un giorno, per poi tornare a fare finta di nulla e comportarci come se nulla fosse, il giorno dopo. I problemi esistenti si sono consolidati e se ne sono anche creati di nuovi, inoltre non ha rispettato le promesse che mi aveva fatto e la situazione è diventata sempre più pesante. Ad agosto e settembre non abbiamo praticamente fatto neanche sesso, solo un paio di volte e solo su mia iniziativa e ad ottobre non ci siamo più detti neanche "ti amo". Il messaggio della buonanotte non esisteva più e lui, pur di non parlarmi, fingeva di addormentarsi alle 10 di sera. Spesso non mi chiamava anche per 3 giorni consecutivi, mentre ero a Milano, e ci sentivamo solo con un paio di sms molto stringati. Dopo 3 anni e mezzo di relazione, di cui gli ultimi 5 mesi di infelicità e incomprensioni, l'ho lasciato, a metà novembre.
Una cazzata (mi aveva chiesto "che fai?", gli ho risposto "sono con la mia coinquilina da due nostre amiche, guardiamo un film e mangiamo biscotti :D" e lui ha detto tipo "che bello.. -.-", gli ho chiesto quale fosse il problema ed è impazzito, dicendomi che non mi avrebbe più chiesto nulla, che non mi avrebbe più risposto, che era meglio se non gli dicevo più cosa facessi o non facessi, che non era libero di scrivere quello che voleva senza che io sindacassi ogni parola o faccina, ecc) è degenerata tanto da farci litigare per ore e lui, come al solito, alle 10 di sera ha smesso di rispondermi, per poi la mattina dopo dirmi che si era addormentato, credendo di poter fare, come al solito, finta di niente, senza concludere il discorso o cercare una soluzione. Mi sono scocciata, ho scoperchiato il vaso di pandora e abbiamo litigato furiosamente (un po' per iscritto e un po' al telefono) per molte ore, finchè non mi sono resa conto che tanto non saremmo arrivati da nessuna parte. Gli ho detto che a quella storia non vedevo più nè un senso nè una direzione, che non ce la facevo più, e lui mi ha risposto, facendomi il verso: "sisi, non ce la fai più, va bene". Mi sono girate e gli ho chiuso in faccia. Non ci siamo più sentiti, neanche con un sms. Dopo 8 giorni, lui come se nulla fosse, di nuovo, mi ha scritto "buongiorno piccina, come stai, non riesco più a stare senza sentirti, sei a Palermo, ecc". Io ero scesa da due giorni e sarei partita due giorni dopo. Gli ho chiesto di vederci, ho respinto i suoi tentativi di baciarmi e ci ho parlato molto chiaramente, senza rabbia e senza rancore. Gli ho detto tutto ciò che pensavo e ho visto molte emozioni passare per il suo vivo, dalla confusione, alla sorpresa, alla tristezza, alla frustrazione. Gli ho parlato davvero col cuore in mano, triste quanto lui che quella storia ci si fosse sgretolata tra le mani. Stavamo giocando a ricomporre il puzzle, forzando dei pezzi di forme diverse ad incastrarsi tra loro, senza neanche la figura di riferimento. Le cose non andavano bene e la nostra incompatibilità era peggiorata, era inutile negarlo. L'ho lasciato e da quel giorno non ci siamo più sentiti. 
- Ho detto a me stessa che sarei stata sola, libera e felice per almeno 1 anno. Invece due giorni dopo, tornando a Milano, ho conosciuto un ragazzo di Agrigento sul pullman per l'aeroporto. Abbiamo fatto tutto il viaggio insieme, abbiamo parlato tanto, di tutto, il giorno dopo siamo usciti di sera per un aperitivo e ci siamo baciati.. Ma non era la persona che mi era sembrata ed era interessato palesemente solo al sesso. Quella sera mi ha chiesto 3 volte di andare a casa sua e al terzo no mi ha detto "allora ci salutiamo" e se ne è andato. Ci siamo visti altre due volte, in cui ha cercato di saltarmi addosso, ma dopo i miei rifiuti si irrigidiva, diventava nervoso e tagliava corto per andarsene. La terza volta eravamo a casa sua a mangiare una pizza e, al mio ennesimo rifiuto, mi ha chiesto molto galantemente se almeno potevo fargli una sega.
- Liquidato il porco, ho frequentato un altro ragazzo, un vecchio ex della mia coinquilina, A (me l'ha fatto conoscere lei, apposta per spingermi a starci insieme, non rovino mica le famiglie!). È venuto apposta a Palermo per conoscermi a fine novembre (ha fatto 4 ore di pullman all'andata e 4 al ritorno nella stessa giornata, siamo stati insieme tipo 8 ore e ci siamo baciati), poi è venuto a Milano, prima di metà dicembre, ci siamo visti 2 giorni e una notte ha anche "dormito" da me. Sono poi andata io da lui a Ragusa, intorno al 20 dicembre, sono stata ospite a casa sua 3 notti e infine è venuto di nuovo lui a palermo e ha dormito da me 4 notti, a cavallo di Capodanno. E' stata un'esperienza piacevole, nuova per me. Una specie di scopamicizia, anche se eravamo sentimentalmente parecchio legati, alla fin fine ci comportavamo da fidanzati ed eravamo gelosi l'uno dell'altra. Ma non era la persona giusta con cui cominciare una storia seria (anche con lui non c'era troppa compatibilità, col fattore cibo e peso era ancora più complessato di me e alcuni lati del suo carattere, come l'aggressività verbale, non mi piacevano affatto e poi c'era troppa distanza, dato che passo la maggior parte del tempo a Milano e quando scendo a Palermo voglio stare in famiglia, non prendere un pullman e andarmene dall'altra parte della Sicilia) ed eravamo comunque entrambi d'accordo che non volessimo una relazione, perciò è finito tutto in una bolla di sapone quando l'ho accompagnato a prendere il pullman, il 2 gennaio. - Nel frattempo, da un po', mi sentivo tramite fb con un ragazzo di Palermo, C, non particolarmente bello ma molto dolce, premuroso, gentile e anche divertente. L'ho incontrato più volte a dicembre (tra il 16 e il 28, tranne i giorni in cui sono stata a Ragusa) per portare i cani al parco (il mio Chucky e la sua bellissima barboncina Stella). C'era una sorta di tensione e attrazione tra noi, ma io mi sentivo impegnata con il ragazzo di Ragusa, per cui non c'è stato nulla. Ho fatto una figuraccia epica un giorno: eravamo stati insieme una mattinata intera, tipo 4 ore e lui non solo non aveva tentato alcun approccio, ma non aveva neanche preso "il discorso". Io mi ero convinta che lui non provasse alcun interesse speciale per me, ed è quello che ho detto in un messaggio vocale whatsapp a una mia amica, mentre tornavo a casa. Beh peccato che io stessi registrando quel vocale mentre, chissà per quale assurdo motivo, mi era partita una chiamata proprio con C. Lui ovviamente ha sentito tutto.. "Guarda, non ci ha provato affatto, ma meglio così d'altronde (perchè di lì a poco sarebbe arrivato A a Palermo), credo voglia solo un'amicizia e sono molto contenta ecc ecc". E così, figuraccia a parte, ha trovato il coraggio di farmi il discorso e, via chat, mi ha detto che in realtà era molto interessato a me, che però io non avevo lanciato segnali e non voleva quindi buttarsi, rischiando di prendere una cantonata. Gli avevo inoltre accennato di A e non sapeva quindi se io fossi realmente libera o impegnata, ecc. Ci siamo visti il giorno prima che A arrivasse e io sono stata molto sincera, gli ho raccontato che tipo di storia ci fosse tra noi e come sapevamo già che sarebbe finita. Avrei capito se mi avesse mandata a quel paese, invece ha deciso di aspettarmi. Mi ha detto che io gli interessavo davvero e che non voleva perdere, per orgoglio maschile, la possibilità di conoscermi meglio, frequentarmi, passare del tempo con me, ecc. Ci siamo salutati senza un nulla di fatto, io ho trascorso 4 giorni con A e il 2 gennaio stesso, quando l'ho lasciato in stazione, di sera sono uscita con C. Lui si è rivelato esattamente il ragazzo meraviglioso che sembrava essere: dolcissimo, affettuoso, protettivo, intelligente, simpatico, maturo, divertente, serio.. Senza davvero nessun "ma".. Una cosa ci sarebbe, ma non è così importante.... E' un po' bloccato e non si sente ancora pronto per fare sesso.. Ma pazienza. E' riuscito ad abbattere il muro che avevo eretto, a farmi passare la voglia di essere libera e spensierata, mi ha fatto venire il desiderio di legarmi, di sentirmi parte di qualcosa di bello e di vero. Ci siamo fidanzati, da pochi giorni, e passiamo insieme quanto più tempo possibile... a discapito dello studio e del sonno =.=
Ma dell'uni ve ne parlerò prossimamente. Il cibo invece.. la solita merda, niente da dichiarare. Oscillo tra i 58 e i 60 kg e mangio a volte male e altre volte malissimo. 
Ma sapete una cosa (molto superficiale)? Non sono magra come vorrei (anche se non aspiro a tornare a 49 kg, mi basterebbero anche 54) eppure in quest'ultimo mese e mezzo ho ricevuto più attenzioni maschili che in tutta la mia vita messa insieme! Ho fatto "colpo" su parecchi ragazzi, anche con la taglia 42-44.
Ho avuto anche un mezzo flirt virtuale, via whatsapp, ed uno spasimante assolutamente non ricambiato da me. Ma non erano importanti ai fini della storia! xD
Insomma, guardare le foto di me e D ancora mi smuove qualcosa in fondo allo stomaco, ma con C sto davvero bene e sono felice di averlo trovato e che lui non sia scappato quando invece, probabilmente, molti altri l'avrebbero fatto. So di averlo ferito, passando dei giorni con A, ma so anche di non averlo mai ingannato, preso in giro o illuso. E adesso gli sto dimostrando che, per me, esiste solo lui e che sono esattamente dove voglio stare, con chi voglio stare.
Spero che a voi le cose vadano bene. Un bacio ragazze!