sabato 13 giugno 2015

Fine esami + litigi e sogni

Esame finito: 30 anche qui! In questa sessione ho fatto la tripletta, e sono molto più leggera :)
Mi sono sentita in colpa per il gelato mangiato come "premio", che mi ha lasciata tutt'altro che gratificata, ma vabbè!
Ultimamente in realtà sto mangiando un po' a cazzo.. Un po' digiuno, un po' mi abbuffo, un po' mangiucchio schifezze tutto il giorno senza però abbuffarmi.. A volte ho lo stomaco chiuso e altre volte ho una voragine insaziabile, non mangio quando ho fame e continuo a mangiare quando sono già piena..
Queste sono state due settimane di studio intenso, in quest'ultima mi sono vista tutti i giorni con una collega che ormai posso -con grande gioia- chiamare amica, per ripetere tutto il programma e preparare insieme la materia di ieri.
Ma, come se l'ansia non bastasse, ad aumentare il carico di pensieri e stress ci si sono messi i problemi col mio fidanzato.. Abbiamo avuto un litigio piuttosto pesante, sono uscite cose che mi hanno fatta restare molto male e mi hanno fatto mettere in discussione tante cose.. Non gli ho parlato per un giorno intero e, quando mi ha chiamata, abbiamo di nuovo litigato, per tre ore. Alla fine non ce la facevo più. Era tardi, ero stanca, senza forze, senza voglia di discutere e gli ho detto chiaramente "vabbè, basta, continuiamo a far finta di niente come al solito". Gli ho comunque detto che sto cominciando a farmi delle domande, che forse non è così che voglio passare il resto della mia vita (da un po' progettiamo di sposarci), che non sono tranquilla e serena, che mi sento frustrata e avvilita, che molte cose non mi convincono, che le sue spiegazioni non mi bastano, ecc. Un rapido saluto e abbiamo chiuso.
Oggi è il nostro terzo anniversario e lui non è voluto venire per festeggiarlo insieme. Da tre giorni è affettuoso ed io glaciale, ma sostanzialmente facciamo finta di niente. Torno a casa martedì, ci vedremo e boh.. Chi vivrà, vedrà.

Ho fatto un paio di sogni molto interessanti queste notti:
1. Dopo il primo litigio, quando gli ho chiuso in faccia e ho spento il cellulare:
Per alcuni giorni consecutivi, ogni giorno, mi recavo da casa (a Milano) al supermercato, che dista pochi metri.
Uscivo con una grande borsa blu, su cui era applicato un marchio, un logo o una cosa del genere. Ogni volta, però, un cinese mi inseguiva e cercava di rubarmi la borsa, ricorrendo anche alla violenza. Io mi difendevo e gli impeditivo di rubarmela, facendo un po' di casino per strada e spintonandolo, per poi fuggire, rapidamente, di nuovo verso casa. C'era una sorta di countdown, il cinese doveva rubarmi la borsa entro un certo giorno e diventava sempre più nervoso e aggressivo man mano che passava il tempo. Un giorno, come al solito, andavo al supermercato ed il cinese, a 8 ore dalla sua scadenza, mi aggrediva più del solito per strapparmi via la borsa. Un biondino, alto e atletico, interveniva, salvandomi. Entravo e giravo un po' a vuoto, alla fine compravo solo un panino (per la mia collega che sarebbe venuta l'indomani a pranzo) ma mentre uscivo mi rendevo conto che mi stava di nuovo seguendo. Provavo paura, chiamavo il biondino, che mi aspettava per difendermi e, una volta fuori dal supermercato, proprio mentre il cinese mi si avventava contro per darmi un pugno in faccia, il biondino gli saltava addosso, menandolo di santa ragione. Mi accompagnava a casa e gli chiedevo di salire.

2. Dopo il litigio di tre ore:
Ero nella casa a Milano. La mia collega-amica e il suo fidanzato passavano la notte nel letto della mia coinquilina e la mattina dopo mi dicevano che era meglio che non ce la facessi dormire e andavano via. In casa c'erano anche le mie coinquiline ed io mi lamentavo del fatto che pulisco sempre e solo io ma continuo a trovare sporcizia in giro. Loro dicevano di non aver sporcato nulla e che sicuramente erano stati i due extracomunitari che avevamo in casa, infatti mi giravo e vedevo due ragazzi di colore che passeggiavano in cucina.

Al di là dei residui diurni (eventi realmente accaduti, pensati, letti, visti, studiati, come il panino per il pranzo della mia amica, i discorsi relativi alla sporcizia avuti con le mie coinquiline e le persone di altre nazionalità, utilizzate come esempi mentre studiavamo psicologia sociale) ci sono molti elementi interessanti.
Paura, senso di contaminazione, disagio, disgusto, bisogno di protezione, inganno, complotto, violenza..
Sentimenti che nutro per ora.. Gliel'ho detto che mi sento frustrata, costretta, che spesso non posso essere me stessa..
C'è una parte di me che vorrebbe sfoggiare la mia borsa (bagaglio di esperienze, desideri, passioni?); una parte che cerca di impedirglielo, che la obbliga a nascondersi, a scappare; ed un'altra ancora che si oppone a questo sopruso, a questa violenza psicologica (fisica nel sogno) e che vorrebbe riguadagnare la libertà. Oppure una parte di me piccola e debole, così a lungo trascurata e malnutrita da sembrare un basso e cattivo cinese, cerca di liberarmi dal peso del mio marchio (la borsa aveva un logo), dalla palla al piede, a cui sono così attaccata, come una gabbia dorata che difendo con forza (il biondino)?
Un senso di disgusto e di delusione mi ha investita dopo il lungo litigio che non siamo riusciti a concludere e che abbiamo solo lasciato perdere.. E così ho sognato sporcizia, ancora soprusi: sesso di nascosto in letti altrui, vergogna e invasione: gente estranea in casa, irrispettosa e sporca. Addirittura gente che parla un'altra lingua, che non riesco a capire e non riesce a capirmi, con cui non posso comunicare.. C'è una parte di me che protesta, discute, accusa l'ingiustizia subita, (si indigna, si impegna e poi getta la spugna con gran dignità. cit), e una parte di me che resta a guardare e punta il dito da un'altra parte (le coinquiline)..

Provo tutte queste cose e molte altre..
Non mi sento felice e stamattina ho faticato molto per rispondere al suo "ti amo", ma non so cosa voglio. Preferisco una situazione familiare, conosciuta.. Perché il cambiamento, la novità e l'ignoto mi spaventano troppo.
Ma intanto oggi ho fissato a lungo e con attenzione (troppa, dato che spesso si voltava a guardarmi e rideva) uno sloveno in metro, che tornava dall'expo. Mezzo nudo e col torace dipinto con paesaggi e scritte, alto, muscoloso, dai capelli rossi e il sorriso incantevole, era bellissimo..
Mi sono "arricriata".

15 commenti:

  1. Non sono brava ad interpretare i sogni penso sia materia tua e lo lascio a te :)
    Se vorrai dirmi in privato cosa succede esattamente col moroso sarò felice di aiutarti, ma per favore, tu non hai figli, non obbligarti a vivere qualcosa per tutta la Vita se non sei convinta. Puoi cambiate ancora cose.
    Per il cibo non me la senti di giudicare io per prima mangio in maniera simile alla tua...
    Congratulazioni per i voti stella! !
    Un abbraccio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara! Col mio ragazzo non succede niente di che in realtà.. Siamo estremamente diversi, al limite dell'incompatibile.. Ogni tanto faccio finta di non vederlo, altre volte la realtà mi schiaffeggia con forza..

      Elimina
    2. Ma tu sei ancora attratta da lui? Cosa senti? E riguardo a lui cosa pensi possa provare per te? Io penso lui ti ami almeno cosi mi sembra. Scusa la brutalità delle domande ma è per capire meglio la situazione tra di voi.

      Elimina
  2. Quando devo fare una scelta importante e nel resto della vita non ho certezze, solo confusione e supposizioni c e una cosa che so sicuramente di non dover fare: scegliere . Non si deve mai scegliere quando si é nella melma a mio avviso. Sistemati tu. Sistema quello che hai dentro , combattilo perché è la ragione del tuo malessere generale . E poi scegli con il tuo ragazzo cosa fare. Non scegliere le cose per disperaziobe, per lamentela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho un'atavica, radicata e assoluta incapacità di scegliere.. Quando posso, salvo sia capre che cavoli, oppure nessuno dei due. Aspetto sempre che sia troppo tardi, così d non agire e non scegliere proprio, oppure lascio che siano gli altri a decidere per me. Vado avanti per inerzia..

      Elimina
  3. La tendenza ad alimentarsi irregolarmente quando si è scombussolati è normale...quando avrai finito gli esami avrai tutto il tempo per riprenderti.
    è decisamente positivo il fatto che tu riesca a ricordarti i sogni..sono dei messaggi importanti che riceviamo da noi stessi, ma non solo. Durante il giorno captiamo cose che razionalmente non riusciamo ad elaborare, ma un'istanza più recondita ha afferrato il concetto...e ce lo comunica mentre sogniamo.
    Per il resto...secondo me..bisogna viaggiare nella direzione della nostra paura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi alimento così da molto prima che cominciassero gli esami e non mi illudo che, solo perché li ho finiti, le cose vadano a posto da sole..
      So bene quanto sono importanti i sogni e, quando posso, cerco sempre di interpretarmeli, in modo da capire qualcosa in più sui miei desideri inconsci..

      Elimina
  4. Certo che tra le coinquiline stronze e i litigi con il tuo ragazzo non puoi essere tranquilla, è comprensibile!
    I miei complimenti per i tuoi esami!Ti ho seguita molto più spesso ma non avevo tempo per commentare molto ultimamente...
    La formula "per tutta la vita" lasciala per il giorno del matrimonio, se mai ci sarà,(ovviamente te lo auguro di cuore se è qualcosa che desideri accada, prima o poi...!) io credo che ora tu forse non abbia molto le idee chiare su come vedi il vostro rapporto e soprattutto su cosa tu voglia per te stessa rispetto alla vostra storia... prenditi tempo per capire, se ne vale la pena lo saprai di certo e prenderai le giuste misure per affrontare la questione. Interessante il tuo incontro in metro e interessante la tua interpretazione dei sogni... resisti. Oppure lasciati andare... qualcosa accadrà, che lo si voglia o no, e non è detto che sia qualcosa di brutto... auguri!

    RispondiElimina
  5. Che brutta cosa i dubbi. Io vorrei non averne mai, vado in crisi anche quando si tratta di prendere le decisioni più sciocche e così ordino sempre la margherita senza neanche aprire il menù.
    Però per esperienza ti dico: se una cosa non ti va bene, non stare zitta. Sei ancora in tempo per dare un'impronta diversa al vostro rapporto, non giocarti quest'occasione. Farti andare bene quel che non ti va bene per il quieto vivere non ti porterà da nessuna parte, se non a sentirti sempre più avvilita e "prigioniera". Io e il mio fidanzato abbiamo attraversato un periodo molto difficile lo scorso anno perché lui studiava a Pavia e avendo il tirocinio nel weekend non ci vedevamo quasi mai. E sai cosa mi ha detto una volta che mi sono lamentata più del solito? "Dovevi costringermi a non andarmene, quando ho deciso di iscrivermi lì." Così alla fine era pure colpa mia, che avevo deciso di non impormi per non fare la fidanzata isterica e possessiva. Però è stata una lezione: gli uomini sono esseri più semplici e schietti di noi. Se qualcosa non ci va bene glielo dobbiamo sbattere in faccia con la veemenza del caso, perché se aspettiamo che loro capiscano da frecciatine e frasi smozzicate buttate lì è tutta fatica sprecata.
    Quindi è il momento di farti sentire. Altro che non parliamone più. Parliamone ora, e che sia da monito per il futuro. Perché nessuno mette Softy in un angolo, per citare Dirty Dancing :)
    Un abbraccio!
    P.S.
    Io faccio sogni talmente lunghi e complicati e contorti che quando mi sveglio non solo non li ricordo ma mi sento persino stanca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Butti le cose fuori dalla porta e quelle rientrano dalla finestra.
      Non le riconosci perché magari fuori si sono sporcate, mascherate, hanno portato anche qualche altra cosa, ma sono esattamente le stesse cose che credevi di aver escluso completamente dalla tua mente.
      I sogni sono lo specchio della tua anima. Io cerco sempre di analizzarli, quando li ricordo appena sveglia!

      Elimina
  6. Innanzitutto complimenti per i tuoi voti!!!

    Sai, trovo straordinaria la tua capacità di analizzare e comprendere i tuoi stessi sogni. Io già non ce la farei con gli altri, figurati con me stessa.
    Purtroppo non ho molta esperienza con le relazioni amorose, quindi non saprei cosa consigliarti per la situazione col tuo ragazzo. Però so una cosa: le situazioni lasciate irrisolte prima o poi sono destinate a una svolta. Perché non provi a affrontare i problemi col tuo ragazzo, invece di lasciar perdere. La vostra relazione non è finita, la puoi salvare!
    Ti stingo

    RispondiElimina
  7. i tuoi voti stridono moltissimo con la tua esistenza...
    sei così disciplinata quando si tratta di studio, e così poco quando si tratta di amarti...
    beh, la vita è tua, ho imparato che è quanto basta per non giudicare

    RispondiElimina
  8. Ciao, vedo che non aggiorni da un po'. spero che vada tutto bene! Io ho reso il blog privato e se vuoi unirti ai miei lettori dovresti mandarmi una email all'indirizzo aurorasogna1983@gmail.com con l'email che hai usato per registrarti a blogger.

    RispondiElimina
  9. adoro come interpreti i sogni. Capisco bene la tua situazione. Non è uguale alla mia ma ci sono passata, e le cose erano esattamente così.Posso solo dirti che troverai la risposta ai tuoi problemi solo dentro di te, e che la felicità è sempre al di là delle sicurezze. Un bacio

    RispondiElimina

Sii civile, non serve insultarmi per parlare con me.