venerdì 7 novembre 2014

..fase 4

Mi rendo conto di essere di una noia mortale, ormai...
I miei post seguono uno schema fisso, come la mia vita:
1- Ragazze va tutto bene per ora!
2- Ehi va un po' male però resisto..!
3- Basta non ce la faccio più..
4- Oddio voglio morire......
E di nuovo..
1- Wow va di nuovo tutto alla grande!
2- Ci sono troppi problemi però ce la posso fare..!
3- Sono caduta/mi sono abbuffata/ ho vomitato però mi rialzo e non mi do per vinta..
4- La vita è una merda, faccio schifo, mi odio.

Non lo so perchè succeda sempre così.. Io vi giuro che non lo faccio apposta, mi impegno perché le cose vadano davvero meglio.. Eppure finisce tutto sempre in questo modo, qualunque approccio io utilizzi, in qualunque modo io mi comporti, qualunque sia il mio comportamento alimentare, ecc...
Questa volta pensavo che sarebbe stato davvero diverso, che finalmente avrei trovato e mantenuto un equilibrio.. Ma dopotutto lo penso sempre. E il bello è che poi resto davvero delusa, come se non me l'aspettassi..
Facevo una colazione dolce e abbondante, mi portavo dietro gli spuntini e mangiavo, a metà mattina e a metà pomeriggio, frutta, crackers o anche altre cose, come wafer o yoghurt, non saltavo nessun pasto, non avevo mai fame ed ero soddisfatta di ciò che mangiavo, non scendevo quasi mai sotto le 1000 calorie, tenendomi spesso anche sulle 1200..
E' andato tutto bene per i primi 7 - 10 giorni (fase 1); ho avuto quel momento di tristezza che però ho saputo gestire col pianto e non col cibo (fase 2); una sera mi sono abbuffata in maniera spaventosa, senza neanche un motivo, ma non ho vomitato e ho poi cercato di riprendermi, di non colpevolizzarmi, di pensare che poteva capitare e che dovevo comunque continuare su quella strada: ho quindi fatto la mia solita dolce e abbondante colazione e mi sono portata la mia solita merenda all'Università (fase 3).
Ma alle 12 e mezza, uscita dalla lezione, sono entrata al supermercato, ho comprato merendine e cioccolata e ho finito tutto quasi ancora prima di tornare a casa. Ho passato un'ora a vomitare, un'ora e mezza sotto la doccia e tre ore, col mal di testa, a piangere davanti al computer, guardando vecchie foto. Mi è anche venuto un mal di schiena allucinante.. E' tornata la mia coinquilina (M), abbiamo cenato.. e poi di nuovo ho spazzolato di tutto, ho passato ore ad abbuffarmi, attingendo anche dal cibo di M e B. Ho mischiato la qualunque e non mi capacito di come il mio stomaco possa essere così senza fondo. Ovviamente non ho neanche potuto vomitare, data la presenza in casa di M.. (Fase 4).
E così sono tornata alle vecchie abitudini: ieri non ho mangiato assolutamente nulla, ho bevuto solo acqua e una cioccolata calda senza zucchero che mi ha offerto una collega dalla macchinetta.
Oggi non so cosa farò.. Non mi sono ancora alzata dal letto, tranne che per fare pipì e poi tornare sotto le coperte. Può darsi che passerò qui il resto della giornata e che non mangerò nemmeno oggi, ma non escludo nemmeno che io di qua un'ora possa magari abbuffarmi e vomitare di nuovo.. Sono sola questo weekend, le ragazze tornano direttamente lunedì, credo.
Certo, potrei anche mangiare bene (o almeno provarci) ed iniziare una nuova fase 1, sana, equilibrata, normale.. E poi nel giro di 2 settimane tornare allo stesso punto in cui mi trovo ora.
Forse dovrei solo accettare che la mia vita ormai è questa, e smettere di provare a cambiare le cose, dato che, a parte illudermi e farmi ancora più male, non riesco a concludere nulla.
Buon fine settimana a voi.

16 commenti:

  1. Softy pure a me capita di passare dall'isteria positiva allo sconforto più nero....io nn li definisco alti e bassi, piuttosto montagne russe. Ma da cosa scaturiscono qst voglie profonde e improvvise? Infatti stavi mangiando bene snz privarti di nulla...tuttavia nn lasciarti vincere dallo sconforto!

    RispondiElimina
  2. Ciao softy!
    Mi dispiace tanto per quello che stai passando.
    Ma voglio provare a darti dei sinceri consigli.
    Innanzitutto prova a darti una vera motivazione per ciò che ti accade:
    1) le 1000-1200 calorie non ti bastano e, a lungo termine, ti portano ad abbuffarti;
    2) Ti mancano i cibi che più ami e, limitandoti nelle dosi, ti portano a mangiarne quest'ultimi in grandi quantità;
    3) Non sei soddisfatta di ciò che mangi durante il giorno, non mangi con gusto;

    Ci possono essere tante ragioni oltre queste 3. Mi piacerebbe darti una mano a capire qual'è quella che ti rispecchia di più per trovare una soluzione che ti faccia stare in equilibrio e contenta di te stessa. Per darti un consiglio più mirato.
    Prova a capirlo, analizzati, guardati fino in fondo. Di cos'hai bisogno?

    Spero tanto che tu riesca a trovare una risposta dentro di te.
    Un forte abbraccio :)

    RispondiElimina
  3. Ricomincia di nuovo dalla fase uno. Io credo sia meglio vivere una fase tranquilla, anche se temporanea, piuttosto che vivere sempre nelle "ultime fasi". Prima esci dalla fase in cui sei, meglio è. Le ricadute sono assolutamente normali! Chi sta sempre sul fondo non può avere ricadute... Se tu le hai significa che sei comunque più avanti rispetto ad altre! Lo so che le ricadute ti fanno passare la voglia di provarci, ma non devi mollare! Prima o poi la fase uno inizierà a durare sempre di più e pian piano le ricadute saranno sempre meno frequenti...

    RispondiElimina
  4. Tesoro penso anche io che devi ricominciare, prima o poi le fasi negative diventeranno sporadiche, dureranno meno ... Ne sono certa. Già il fatto di vivere alcuni giorni positivi è molto importante, abbi fiducia in te stessa. Ti abbraccio

    RispondiElimina
  5. Anch'io mi sento di azzarare che porebbero essere proprio le sole 1200 calorie che mangi a portarti verso l'abbuffata. Sono poche, e il fatto che tu non abbia fame non è rappresentativo dell'aver "mangiato a sufficienza"; senso di sazietà e bisogni energetici del corpo non sempre coincidono, specialmente dopo aver diseducato il tuo stomaco mangiando troppo o troppo poco (o alternando le cose). Se questa fase 1 non riesci a mantenerla, prova a cambiare la tua dieta, tocca le 1500 calorie almeno. Gia così sarebbe una dieta ipocalorica! Puoi uscire da questo girone infernale, non arrenderti.

    RispondiElimina
  6. Ciao! Anch'io mi rendo conto che funziono a fasi. Ok tutto bene ottimo controllo, mh qualche tentennamento, disastro, dai ce la faccio piano piano, tutto ok...
    Penso che l'unico modo di affrontarle sia accettare che ci siano delle fasi positive e negative, come nella vita in generale, cosi quando arrivano quelle negative, fisiologiche secondo me, non ci si colpevolizza, il che aiuta a non scendere troppo in basso e tutto risulta più ridimensionato. Almeno per me accetandole, riesco a viverle con meno sbalzi netti, senza buttarmici dentro a capofitto pensando si ora va ok andrà ok per sempre è la volta buona, oppure è tutta una merda sarò una fallita per sempre.Insomma cerco di non identificarmi troppo.

    RispondiElimina
  7. Quando parli delle abbuffate rispecchi esattamente la "vecchia" me. E mi si stringe il cuore a leggerti cosi triste. Anche io mi indolenzivo tutta dopo le vomitate strazianti. Non voglio che tu fraintenda quello che sto per dirti. Disciplina e autocontrollo. Nel senso che anche le persone "normali", magari rifiutano di mangiare tanto a volte. Tipo mia madre e mio padre: mai una volta che sgarrassero. E' questo è dovuto ai loro principi dell educazione alimentare. Mai una volta che mangiassero schifezze, solo nelle occasioni. Dovremmo imparare anche noi questo principio. Fissarcelo in testa e dirci "NO, NON SI FA." Oltre alle diete, lo si fa nella vita "normale". Non pensare che ti abbia fatto la predica, sai da che pulpito... però è da tenere in considerazione questo punto di vista..
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Riparti subito cara!!!!! Non credo potremmo mai guarire veramente del tutto e essere "normali" ma di certo ti posso assicurare che le fasi brutte si possono ridurre facendole essere solo fasi passeggere e sempre più brevi finché non diverranno occasionali..
    Bisogna "solo" avere la forza di ripartire subito prima di crogiolarsi nel dolore...
    Si può si può, non arrenderti!!

    RispondiElimina
  9. Le fasi brutte vanno accettate come un ostacolo da superare. Non è che quando ci sono allora tutto è una merda. Anche se nei miei periodi più brutti erano le esatte parole che dicevo. Quando un problema ha una soluzione, non è più tale, e fidati che tutti i problemi sono risolvibili, in un modo o nell'altro.
    Sono d'accordo con tante che mangiare poco porta all'abbuffata, meglio mangiare senza saltare i pasti, le quantità giuste e i cibi sani, senza privarti di niente se no saranno proprio questi ultimi a portarti ad abbuffarti. Non è facile ma è pur sempre un inizio

    RispondiElimina
  10. @leila e @curvula: No, non sono quelli i motivi.. Ho passati mesi della mia vita sopravvivendo con massimo 500 calorie, ed altri in cui ne mandavo giù a migliaia, compensando con ore di sport o col vomito, o senza compensare e ingrassando a dismisura.. 1000-1200 sono abbastanza.. Sono anche tante, dato che non ne ho mai assunte così tante intenzionalmente, senza abbuffarmi intendo.. E per raggiungerle mi sono anche dovuta sforzare, mangiando anche quando non avevo fame e aggiungendo qualcosa al mio piatto anche se non ne sentivo il bisogno. Anche perchè ormai il mio metabolismo funziona a cazzo, ed io ho intenzione di dimagrire, di perdere almeno i kg che ho ripreso. Inoltre tengo tutto il giorno il culo sulla sedia, non faccio nemmeno palestra qua.. E c'è troppo freddo anche per andare a camminare..
    Le cose che mi piacciono (i dolci) li mangiavo tutte le mattine e spesso anche agli spuntini. Ringo, wafer, marmellata, budini al cioccolato, cioccolate calde alle macchinette dell'uni... Senza abusarne, ovvio.
    E quello che mangiavo, a tutti i pasti, mi piaceva e mi rendeva sazia e soddisfatta, anche troppo..
    Il mio problema non è il cibo in sè, potrei mangiare nel modo più sano e regolare del mondo, e mi abbufferei lo stesso..
    Non so di cosa ho bisogno.. "Di casa mia, dei miei genitori, del mio cane, dei miei amici, del mio ragazzo" potrei dire.. Ma quando ero giù a casa volevo disperatamente andarmene e stare da sola, essere libera, indipendente, ecc.. Per cui boh.. vorrei solo essere normale.. Grazie cmq :*

    E grazie anche a tutte le altre.. Siete davvero splendide. Alla fine oggi è andata a cazzo. Abbuffata+vomito+mal di schiena atroce+digiuno..
    Però di sera ho deciso di seguire i consigli e dare inizio ad una fase 1..
    Magari durerà poco, magari degenererà presto, ma vabbè.. Meglio avere qualche giorno di pace che assumere 4000 calorie al giorno o ricominciare a vomitare tutti i giorni due volte al giorno..
    Ho cenato in modo decente, anche se un po' in stile abbuffata, ma almeno con cose sane..
    Vediamo come andrà. Grazie davvero a tutte <3

    RispondiElimina
  11. Non devi lasciare che i momenti no ti affondino così tanto, e te lo dico anche se sono esattamente come te e le mie fasi non sono neppure dei cicli che si ripetono uguali a se stessi ma un'altalena tra l'esaltazione e la frustrazione che va su e giù anche più volte al giorno. Comunque, dicevo, i momenti no sono assolutamente normali e capitano a tutti ma devi cercare di arginarli. Lasciando loro sempre meno spazio vedrai che cominceranno ad avere meno potere su di te e sul tuo umore.
    A me sembri comunque più motivata e combattiva di qualche mese fa, riprendi la fase 1 e non mollare!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  12. Softy non prendiamoci in giro. Tu dici che sono abbastanza perché sei abituata a stare con meno, ma non penso che 1000-1200 calorie bastino per sopravvivere SANA a una giovane donna. Io non sto parlando di quello di cui senti di aver bisogno tu, ma di quello di cui ha oggettivamente bisogno il tuo corpo. E sì, non sono un medico, parlo solo in virtu (spero!) di un po' di buon senso, ma nemmeno tu sei un medico. Quindi perché non rimettersi al parere di chi ne sa più di noi? Poi non metto in dubbio che anche raggiungere questo "livello calorico" possa esser stato difficile, ci mancherebbe! Sei una persona forte per essere arrivata fino a qui. Ma se non stai bene così è inutile rassegnarsi e dire: "faccio tutto giusto, evidentemente non sono fatta per stare bene". Possiamo sempre, SEMPRE migliorare. Coraggio, ti strigo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non prendo in giro nessuno. E mi sono rimessa a chi ne sa più di me.
      Dopo l'estate 2013 in cui assumevo massimo 500-600 calorie e vomitavo quasi tutti i giorni, perdendo 5 kg in un mese, sono andata da un dietologo, che mi ha dato una dieta da 1000 calorie scarse, ancora più stretta di quella che ho seguito io in quest'ultimo periodo. Lui non ha previsto proprio nessun dolcetto, che io invece mi sono concessa ad ogni colazione. Mi ha dato la frutta solo agli spuntini, che a volte ho sostituito con qualcosa di più sostanzioso e che ho mangiato anche alla fine di pranzo e cena. L'importante, mi ha detto, era reintrodurre tutti i nutrienti, le proteine, le vitamine, ecc, per il momento. Non sono mai riuscita ad assumere questo numero di calorie per una settimana consecutiva, e se faccio di testa mia so solo digiunare, abbuffarmi, vomitare. Come posso pensare di saltare direttamente a 1500?
      A parte che 1500 non credo mi farebbero dimagrire.... E sicuramente non saprei gestirle.
      Già faccio fatica ad accettare quelle che mi sono prevista.. :/

      Elimina
    2. Scusa, non volevo essere brusca. Sono felice di sentire che ti sei già rimessa al parere di un esperto, ma posso chiederti: quella dieta da 1000 calorie ti è stata data come "dieta per la vita"? O come primo passo verso la restaurazione di una dieta completa, equilibrata, adatta alle tue esigenze energetiche? Tu stessa hai scritto che l'importante era reintrodurre tutti i nutrienti... PER IL MOMENTO.
      Ripeto che ammiro molto la forza che hai avuto per arrivare alle 1200 calorie, e non ti sto certo consigliando di saltare da un giorno all'altro alle 1500. Sto solo dicendo che forse dovresti metterti nella prospettiva di aumentare, piano piano, il tuo bilancio calorico. Con un metabolismo normale a 1500 calorie si dimagrisce, perché è praticamente al di sotto del fabbisogno energetico di qualsiasi donna che abbia una normale routine (che non sia costretta a letto, per dire).
      E' vero che il titolo del tuo blog è "obiettivo: sopravvivere", ma non sarebbe meglio porsi come obiettivo "vivere", piuttosto che trascinarsi in questo compromesso di vita? Scusa, ti leggo da poco e quindi non so tutto quello che hai passato... ma anch'io ho vissuto veri weekend di paura (e anche periodi più lunghi di un weekend...) lontana da casa, completamente sola, e non posso pensare che ti possa arrendere a continuare così...

      Elimina
    3. Mi ha detto che avrei dovuto seguirla per almeno un mese, poi tornare da lui per aggiungere qualcosa. Ma non sono mai riuscita a non fare cazzate neanche per una o due settimane, figuriamoci un mese.. Infatti non ci sono ancora tornata -.-
      Sono contenta che mi segui, e non è un problema se non sai qualcosa, puoi chiedermela qui stesso o in privato, se ti va. La mia mail è a destra nelle informazioni.

      Elimina
  13. Ho letto il tuo post con il cuore in gole perché mi sembra di sentir parlare me. Incredibile... E non so cosa dirti perché non so cosa dire a me stessa.

    RispondiElimina

Sii civile, non serve insultarmi per parlare con me.