mercoledì 2 luglio 2014

Mostruosa

Ciao ragazze. Follia fatta alla fine. 
Ho preparato un'altra materia in 3 giorni e lunedì sono andata all'esame di Psicologia della Salute.
La prof mi ha messo 30 e lode perchè "Si vede che hai studiato tanto!" 
E quando le ho risposto "Evvai, mi serviva! Ora ne ho 6 e avrò i 3 punti bonus per la laurea!" ci è pure rimasta male. Ahaha.
Ieri mattina pesavo 49,7. Ma sono bastati 90 gr di gelato per farmi risalire a 50. 
Dimagrisco se digiuno, ingrasso se mangio. Non se mi abbuffo, se mangio.
La cosa mi preoccupa, mi spaventa. Lo so che sto combinando un sacco di danni. 
Mi metto la coscienza a posto dicendomi che almeno sto prendendo tutti i giorni, due volte al giorno, come da prescrizione, gli integratori ormonali che mi aveva prescritto la ginecologa lo scorso settembre per far tornare il ciclo. Quindi, dato che sto facendo qualcosa di buono per me stessa, posso continuare a ferirmi in altri modi.
Ma quella non è l'unica cosa a preoccuparmi e spaventarmi..

Queste foto mi fanno schifo. 
Le guardo e l'unica cosa che riesco a pensare è "mostruosa". 
Mi sembra assurdo che qualcuno possa ridursi in questo stato. 
Penso che a me non succederà, che io non vorrei mai essere così. 
Poi ci rifletto un attimo e mi ricordo che queste foto sono mie.
Me le sono scattate due giorni fa. 

Ah vabbè, però nella prima ero piegata in avanti e avevo le braccia incrociate davanti al petto. 
Quindi è normale sembrare più magra di quanto realmente non sia. 
Me lo dico per mettermi a posto la coscienza, ma mi faccio schifo lo stesso. 
E' vero che dritta, in posizione normale, non sono in quel modo..
Ma non posso passare tutta la vita dritta, senza mai piegarmi in avanti. 
E se qualcuno vedesse? Se qualcuno sapesse? 
Penserebbero solo che faccio schifo, come lo penso io.
Nella seconda foto il ragionamento è invece opposto. 
Ok, è bastato sollevare un po' il braccio per tenere la macchina fotografica e le costole sono uscite allo scoperto, ma le mie cosce sembrano più grasse di quanto in realtà non siano. 
Data l'angolazione sembrano toccarsi, ma in realtà c'era lo spazio anche in alto. 
La mia pancia invece fa troppo schifo, è grassa, molla e gonfia.
Ecco, è quello il punto. 
Non riesco ad avere una visione complessiva di me stessa. 
Non sono una, non sono intera, sono a pezzi.
E mi faccio tutta schifo, un pezzo per un motivo e uno per un altro. 
Da alcune parti sono troppo grassa e da altre parti sono troppo magra. 
Non c'è una parte di me che mi soddisfi, che mi piaccia davvero, che non vorrei mai cambiare.

P.s. foto rimosse. Più le guardavo più pensavo "come ho potuto pubblicare foto in cui sono così grassa?" mi facevano troppo schifo. Mi sento ridicola ad aver scritto quelle cose..

Ho fatto altri sogni assurdi in questi giorni. Ve ne racconto uno che mi ha colpita molto.
Ero a casa mia, con una vestaglia larga, vecchia e sporca. 
Era piena di macchie, non c'era un centimetro pulito, ma per stare a casa andava bene.
C'era una persona con me, una mia amica credo, ma non ne sono sicura.
Decidevamo di andare fuori, io mi mettevo le scarpe ed uscivo senza neanche cambiarmi.
Siamo in una specie di centro commerciale, passeggiamo e incontriamo un sacco di gente che conosco, tra cui miei ex compagni di classe.
Solo in quel momento realizzo di essere uscita di casa in quello stato pietoso.
Cerco di coprire le macchie con le mani, ma sono troppe e troppo evidenti.
La gente che incontro ride di me, mi guarda stupita, sembro ridicola. 
Mi chiedono perchè tengo in quel modo le mani sulla pancia, sto cercando di coprire una grossa macchia del mio vestito, ma se ne vedono tantissime altre.
In più, l'unica cosa che riesco a pensare è che con quella cosa larga e deforme addosso, nessuno noterà quanto sono magra.
Decido di andare via, sono imbarazzata e a disagio, ma la strada è lunghissima, la gente continua a guardarmi, a parlare di me, mentre tento invano di coprirmi.

Sentirmi sporca. Ecco cosa emerge da questo sogno. Mi sento sporca e devo nascondermi, coprirmi, evitare gli altri. L'unica cosa che posso offrire alla loro vista è la mia magrezza, nient'altro.
Se non vedessero quella, noterebbero quanto poco altro ci sia in me. 
Solo sporcizia, trascuratezza e stupidità.

Questo post non ha senso, me ne rendo conto, ma è la mia vita per ora a non avere senso.
I pensieri si rincorrono, i problemi si accumulano, i sentimenti si reprimono.
Resta solo il senso di colpa. Perchè potevo fare a meno di quel fior di fragola, potevo mangiare un solo yoghurt anzichè due, potevo non fare il bis di anguria, potevo camminare più a lungo col cane, potevo andare in palestra e saltare la cena. Sono rimasta a casa per studiare e invece ho scritto un post senza senso.

Il 14 luglio ho un altro esame. E l'ultimo il 21 luglio, o a settembre.
Entro il 30 luglio devo finire la tesi, per laurearmi a ottobre.
Non ce la farò mai.. Non ce la faccio più...
Avrò almeno una 40ina di ore di sonno da recuperare.
Ho un'assurda voglia di abbuffarmi, o forse solo di mangiare, senza pensare..
Domani vado dalla psicologa, vediamo come va..
Ci sarei voluta arrivare un po' più magra. Non ci vado da un mese, ma lei noterà solo le mie macchie, la sporcizia e la stupidità, non la mia magrezza.

6 commenti:

  1. Sarò un po' brutale : tu non hai un corpo mostruoso, potrebbe essere migliore se l'avessi trattato meglio. Beh ma questa è una cosa scontata, lo sai benissimo anche tu. Ma......è chiaro che se continui a trattarlo male come fai ora allora sì che potrebbe diventare MOSTRUOSO. Anche questa è una banalità........ Il punto è: cosa vuoi veramente? Sei contenta, in modo perverso, delle ossa che sporgono...è la malattia che fa questo nella tua testa.
    Mi auguro tanto che ti serva andare dalla psicologa...non noterà nessuna stupidità, lo sai bene, troverà solo una ragazza che vuole farsi aiutare.
    Ti stringo

    RispondiElimina
  2. Credo che se qualcuno dicesse che le foto sono mostruose la prenderesti male, ma faresti lo stesso anche se qualcuno dicesse che non lo sono.

    Anziché cercare di coprire le macchie, anziché sperare che la psicologa noti il tuo dimagrimento e non lo "sporco", perché non cerchi di levarti quella maledetta vecchia vestaglia? Non dico di buttarla via, ma semplicemente di analizzare le macchie (una macchia di vino verrà trattata diversamente da una di fango) e di darle una bella ripulita. Sotto alle macchie si nasconde una vestaglia ancora utilizzabile, ne sono certa.

    RispondiElimina
  3. Mi sorprende quello che hai scritto in fondo al post... "Ci sarei voluta arrivare un po' più magra"...se non sbaglio hai perso oltre 2 kg dall'ultima volta che ci sei andata. E il tuo corpo dimostra tutta la sua magrezza. Facci sapere come va...un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Ti faccio i complimenti per l'esame ! :)) peso più o meno quanto te , ed anche a me ormai è sparito il ciclo , ormai non ricordo neanche più l'ultima volta in cui l'ho avuto . xD
    Anche io nonostante il peso perso non mi vedo così bene come vorrei , anche se almeno non mi vergogno di me stessa quando vado in giro . Sai cosa penso ? ! Che quando perdi peso devi valorizzarti . Prima lo fai e meglio è . Una maglia nuova ( così eviti la temuta prova pantaloni , se la temi ) o anche un paio di scarpe e di orecchini , insomma qualcosa che profuma di " pulito " , che ti faccia sentire come nuova . Io è da mesi che giro più o meno con gli stessi vestiti addosso , e non ci sono momenti in cui mi sento così a mio agio come quando dopo aver perso peso mi provo i vestiti nei camerini . Oggi per esempio ho trovato una maglia che mi faceva sentire strafiga ed elegante , ma ho rinunciato a comprarla perché domani è il compleanno di mia madre e dovevo farle un regalo . Premiati per l'esame, non col cibo , ma con una cosa che ti valorizza ! A me tira su il morale . Anche perché non sei un mostro , anzi , pesi poco e sei magra , ti si vedono le costole , non hai alcun motivo di sentirti così una merda.
    Ti abbraccio :)))

    RispondiElimina
  6. Ciao cara, com'è andata dalla psicologa?
    Un bacione

    RispondiElimina

Sii civile, non serve insultarmi per parlare con me.