giovedì 19 giugno 2014

Ultimi giorni

Il 13 giugno pesavo 52,9.
Il 14 giugno pesavo 52,6.



Oggi peso 50,9.
-2 kg in 6 giorni. 
Ho di nuovo dato buca alla psicologa, e giovedì prossimo ho un esame, perciò non la vedrò per altre 2 settimane. Chissà quanti kg perderò ancora nel frattempo..

14 commenti:

  1. Wow, 2 kg in 6 giorni.. posso chiederti che dieta segui o quante calorie mangi ogni giorno? io sono disperata.. grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono le foto dei d.a. degli ultimi 4 giorni.
      Non seguo una dieta, non conto le calorie, non ho un obiettivo di peso. Cerco solo di non stare male, di non pensare, di sopravvivere alla vita.. rinnegandola e facendomi del male.
      Perchè la fame è sopportabile, il mal di testa, il mal di pancia, la stanchezza, il sonno, sono tutti gestibili e tollerabili.
      Il vuoto no.
      Non fare quello che faccio io, non dovrei farlo neppure io.
      Vai da un dietologo se vuoi una dieta per dimagrire senza incasinarti.

      Elimina
  2. Complimenti x la perdita di peso! Vedo ke annoti in modalità cartacea. Attenta ke nn venga letto da occhi indiscreti cm è capitato a me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapessi quante volte ho lasciato il diario in giro.. Nessuno tocca niente. Non se sia più rispetto per la mia privacy, indifferenza o paura di sapere la verità..

      Elimina
  3. Anche io ho un libricino simile, anche se alterno periodi in cui annoto anche i bicchieri d'acqua che bevo (per cercare di arrivare a due litri al giorno) e periodi in cui invece non scrivo nulla se non il peso, un giorno sì ed uno no. Questo è uno di quei periodi: ho troppo da studiare, se mi fermo a segnare tutto mi sembra di perdere tempo e comunque l'unica cosa che vorrei è avere poche cose da segnare.
    Due kg in così pochi giorni sono tantissimi, ma non dovresti saltare troppi appuntamenti, secondo me.
    Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche il mio va a periodi. Ci sono vuoti anche di 20 giorni consecutivi in cui non scrivo assolutamente nulla, periodi in cui non mi peso mai, altri in cui metto solo considerazioni di tipo soggettivo ("schifo" "voglio morire"), altri come questo in cui scrivo tutto o quasi, entrate e uscite, tranne l'acqua. Controllare tutto mi dà l'illusione di onnipotenza che per ora mi serve..
      Un bacio

      Elimina
  4. Softy, lo sai anche tu che non stai agendo per il tuo bene. Spero tu non ti offenda: ok per il peso, bene per lo studio ... Ma cerca di restare in questo mondo: sei intelligente e sai bene da sola che non affrontare la sofferenza, mascherandola con il presunto controllo sul cibo, non farà sparire i problemi. Ti auguro solo che poi tutto il dolore non ti torni indietro con gli interessi ... Prova ad andarci dalla psicologa. Un bacione

    RispondiElimina
  5. È. Quello ke ho fatto io qnd ho perso il mio ex...la sofferenza è ed è stata devastante e mi sn buttata sul cibo xk nn ero pronta e nemmeno immaginavo l'evento, nonostante lo sentissi nell'aria. E da golosona quale ero...mi sn stupita di come e quanto sia riuscita a privarmene. Potevo arrivare a mangiare x puro sfizio e gola anche 4 gelati in 1 giorno, oppure 5 panini, pacchetti interi di dixi o patatine, tavolette da 200g di cioccolata, 2 kebab di fila.....è 1 miracolo ke nn sia diventata obesa o cmq tanto in sovrappeso. Si, 60kg x 156 cm sn tanti, ma ero semplicemente grassa e tonda....x dire ke....vestiti li trovavo senza problemi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ero come te. Pesavo 70 kg, mangiavo schifezze a non finire. Pacchi interi di patatine davanti al pc o alla tv, tavolette di cioccolata come fossero bicchieri d'acqua, piatti su piatti di pasta al forno, confezioni di gelato che duravano un pomeriggio, i barattoli di nutella ancora meno.. Poi da un giorno all'altro sono passata ai minestroni. Senza una causa scatenante in realtà. Volevo dimagrire e l'ho fatto. Poi non so perchè non sono riuscita ad accontentarmi.. Sport digiuni calorie vomito crisi suicide abbuffate ecc sono arrivate dopo.. E ciclicamente tornano, senza più abbandonarmi..

      Elimina
    2. Certo, ognuna ha la sua motivazione scatenante. Anche io avrei voluto essere magra qnd stavo con lui solo x piacere a me stessa....il pensiero durava mezz'ora, poi mi passava davanti qualcosa di buono ed era subito mio con zero sensi di colpa. Poi a lui piacevano belle tonde le donne, quindi quale favore migliore potevo fargli ingozzandomi? Nn ho mai saputo resistere alle tentazioni culinarie e all'aspetto fisico favo un'importanza irrilevante, sapevo di essere cosi e nn mi facevo il minimo problema. Ma poi....poi....quel 16.04.2013 dove siamo stati insieme x l'ultima volta ho avuto la mia mazzata, sai quegli eventi ke stravolgono x sempre. Credo di nn aver mai provato un dolore più devastante, straziante. Sn stata in quel limbo x 1 mese esatto, dove mangiavo cm il mio solito xk la speranza ke ritornasse subito mi teneva impegnata...o meglio, viva. Passato quel mese di "prova" ho detto basta e sn partita x la tangente. Nn é stato difficile ti confesso, avevo così tanto dolore ke pensavo solo a farmi del male. Il 16 maggio 2013 pesavo 60 kg, il 31 luglio ne pesavo 46. Mi barcameno ora tra i 45 e i 48...sai il cambiamento fisico è stato universalmente migliore (nn ke nn avessi bisogno di perdere qualche kg)...ma quello mentale è stato quello peggiore. Mi conosco da 21 anni....so ke se nn avessi avuto 1 colpo x me così stravolgente nn sarei mai cambiata.

      Elimina
    3. Il tuo calo di peso è stato impressionante, 14 kg in un mese e mezzo sono tantissimi. Anche io persi i primi 12 in un paio di mesi. Ma i nostri pensieri erano completamenti diversi.. Io stavo bene, ero felice, mi ero fidanzata da pochissimo e volevo piacere a lui e a me. Tu sei stata spinta da tutt'altro. La fase di cui parli tu per me è arrivata da pochissimo. Io, consciamente, non ho mai avuto il desiderio di punirmi, di farmi del male, di distruggermi. Solo recentemente ho capito tutto ciò. Io non collegavo il peso a nient'altro, volevo dimagrire e basta..
      Mi sono sempre stupita di esserci riuscita così, di botto, quasi senza sforzo. Non ho più toccato le cose che prima adoravo.. Non mangio una patatina da almeno due anni. Ma la mia non è una privazione. Non è difficile, non è una tentazione a cui resistere.. Di botto tutte quelle cose (tranne i dolci) non mi hanno interessata più.. E' strano da spiegare.
      Io tutt'ora realmente non capisco perchè tutto questo sia cominciato, perchè quel giorno e non un altro, che cosa sia scattato.. Non lo so proprio, ma ora tutto ciò ha assunto un altro significato.. Tant'è che io non ho un obiettivo di peso, perchè non è più un problema di peso. A me non piacciono le ossa così non mi piace il grasso. Mi fanno schifo le mie costole tanto quanto il mio culo. Si sono grassa e mi faccio schifo. Ma mi faccio schifo anche perchè sono troppo magra. Mi faccio schifo e mi odio e probabilmente sarebbe così anche se mettessi o se perdessi 5 kg.

      Elimina
  6. Softy cara vorrei farti anch'io i complimenti per la perdita di peso, quanto la desidero anch'io, ma vedo che questa perdita non ti porta felicità ma solo altro vuoto.Ti abbraccio forte. Ps complimenti x i risultati degli esami sei bravissima
    Iris

    RispondiElimina
  7. anche se quello a cui tutte aneliamo è la perdita di peso, siamo anche tutte in grado di comprendere quanta sofferenza c'è dietro, e questo genera sempre dispiacere.
    è bello dimagrire, ma a cosa serve se poi si è infelici?
    prenditi cura di te
    ti bacio xxx

    RispondiElimina
  8. Per non stare male, per non affrontare il dolore, ti stai semplicemente distruggendo. Smetti, smetti ora. Non ne vale la pena, ti assicuro.

    RispondiElimina

Sii civile, non serve insultarmi per parlare con me.