domenica 22 giugno 2014

News

50,4 kg. Peso minimo mai raggiunto.


Ho sognato di partorire sul divano del salone. Non mi sembrava figlio mio, era più come se fosse un animaletto. Si rannicchiava sul divano, sembrava aver freddo ed io lo coprivo con una mia vestaglia. Poi mi rendevo conto che era mio figlio, lo abbracciavo, lo attaccavo al seno e mi coricavo con lui coprendoci entrambi. Eravamo felici.
Era un bravo bambino, non piangeva mai, tranquillo e pacifico. Mia madre era del tutto indifferente alla cosa, quasi infastidita. Come se io non meritassi di avere quel bambino. Mi accompagnava controvoglia in ospedale per farlo visitare e andava via. Appoggiavo il bimbo su una copertina su un tavolo e mi giravo a parlare con una mia vecchia compagna di classe, ex anoressica. Le raccontavo la bella notizia, mi diceva che io non sembravo essere stata incinta, le rispondevo che effettivamente avevo proprio voglia di pesarmi per vedere quanti kg avessi perso partorendo, ma che quella mattina avevo dimenticato di farlo. Lei invece vuole dimagrire, effettivamente è un po' paffutella, ha le braccia grosse. 
Mi rigiro verso il bambino e non c'è più, nemmeno la sua coperta. L'hanno rapito. Lo cerco disperata, sono a pezzi. Ma da un lato, in fondo in fondo, non mi dispiace, sarebbe stato impegnativo prendermene cura.
E poi io non meritavo di averlo.
Non merito di avere niente. Niente di così bello, tenero e dolce sopratutto.
La mattina mi sono svegliata agitata, con un fortissimo malessere generale e in bagno ho anche trovato delle perdite intime. Non poteva essere ciclo. Ho perso 2 kg e mezzo in 8 giorni. Non ho ben capito perchè io abbia avuto queste perdite e se sia dovuto al calo di peso ma, insieme al sogno, mi hanno convinta a riprendere la cura di integratori ormonali (acido folico, acido alfa lipoico ecc) che mi aveva prescritto la ginecologa qualcosa come otto mesi fa.


Ieri ho mangiato più del solito, perchè stavo proprio male. Mi girava la testa, mi tremavano le gambe, se facevo qualche passo sentivo le ginocchia cedere, non riuscivo a studiare, se tenevo il braccio alzato cominciava a dolermi, prima avevo caldo, poi freddo, poi di nuovo caldo.. Mi bruciavano gli occhi, o meglio, sentivo una sorta di pressione di lato agli occhi, tipo alle tempie. Insomma.. Ho mangiato di più ma non direi di aver mangiato troppo.. Eppure ho 400 gr in più. Ok che non ho fatto neanche un passo o un gradino, non sono proprio uscita di casa, però.. Ho già sminchiato il metabolismo? Che sia colpa di quelle perdite? Oggi sono gonfissima e sto ancora male come ieri, anche se un po' meno.
Mi mancano 500 pagine da fare entro giovedì, non posso mollare adesso.
Vi lascio qualche foto che mi sono fatta ieri, o l'altro ieri, non ricordo..


Amo i miei addominali obliqui. Odio la pancetta sul davanti.
Non fate caso al cesso. Dico a quello in basso, quello in alto sono io <3

28 commenti:

  1. molte volte anche io ho sognato di partorire o abortire. Ma solo l'atto, poi nn mi restava nessun bambino...cioè risultavo incinta e partorivo ma nn usciva nulla.
    cmq che tipo di perdite? poteva essere ciclo? cmq fai bene a riprendere la cura, xk l'avevi smessa?.....hai 1 fisico meraviglioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la prima volta che sogno di partorire.. Ma non l'unica in cui ho un bambino e poi lo perdo. Una volta ne affidavo uno a un'enorme gatta bianca. Un'altra volta arrivavano gli alieni e me lo portava via una ragazza.. Però questo è stato molto più forte, ecco..
      Le ho interrotte perchè boh, sono cretina. Sono bustine solubili e non hanno un buon sapore. Il prezzo non è bassissimo. Dovevo prenderne due al giorno e mi scocciava. Boh insomma non avevo voglia di aiutarmi. L'ho fatta per un mese , mi è venuto il ciclo e ho smesso. Mi è venuto un'altra volta e poi basta..
      Ti ringrazio. 20 kg fa avrei ucciso per un fisico così, e ora mi fa schifo :/

      Elimina
    2. Qnt ti capisco...pure io x il fisico ke ho ora o x il tuo avrei ucciso....e invece...ora nn mi basta mai

      Elimina
  2. riguardo ai sintomi ke descrivi, pure io spesso mi sento 1 po' barcollante...e in genere ho sempre tanto freddo, soprattutto la mattina...esco al sole e mi scaldo appena. magari eri in 1 momento di debolezza e necessitavi di zuccheri.

    RispondiElimina
  3. Mi hai fatto sorridere come una scema con l'ultima frase... E sono in bus! xD mi prenderanno per pazza! Innanzitutto non sei un cesso e, anche se tu lo fossi, in una foto senza volto sarebbe difficile decretarlo.
    Fai bene a riprendere gli integratori : se ti sono stati prescritti significa che ne hai bisogno.
    Io prendo degli integratori di vitamina a + e perché ho problemi alla pelle e, essendo compresse masticabili a mo' di smarties, tempo fa le avevo interrotte perché non ne conoscevo il contenuto calorico o.O che idiota, dio santo. Scusa per la parentesi personale xD

    Fai dei sogni molto significativi, i miei sono sempre assurdi (ma almeno fanno ridere).
    La tua solita convinzione di non meritare niente non può non venir fuori, ovviamente... Se si fa sentire quando sei sveglia e vigile, figuriamoci mentre dormi. Lo so che è difficile da sradicare, è un po' come il mio essere convinta che tutti mi odino... È una stato mentale ormai consolidato che influenza il nostro modo di agire portandoci a creare situazioni che non fanno che alimentare lo stato mentale stesso. Un circolo vizioso :/ finché si sei dentro, non puoi vedere le cose con lucidità. Tirati fuori, guardati dall'esterno : se ti trovassi ad avere a che fare con una ragazza come te, non credo che saresti così dura con lei. Trattati come tratteresti un'altra. Non applicare a te un metro diverso, più duro e severo, di quello che usi con gli altri.
    Non pretendi follie e ti meriti eccome le cose che ti neghi. Non hai fatto nulla di male in vita tua, non hai commesso nessuna terribile azione... Perché mai dovresti non essere degna delle belle cose che la vita potrebbe offrirti? Hai sopportato tanta sofferenza, come minimo meriti di poter godere anche di qualche cosa positiva. È un tuo sacrosanto diritto, punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah spero di non averti fatto fare una figuraccia :D
      Quando la ginecologa me le prescrisse laprima cosa che le chiesi fu "mi faranno ingrassare?" Lei si è dimostrata coomprensiva, ha letto gli ingredienti e mi ha assicurato che non c'era nemmeno zucchero, zero calorie. La seconda domanda è stata "se mi viene il ciclo posso dimagrire ancora?" Là si è mostrata meno comprensiva. Non sei l'unica scema :)

      Elimina
    2. Ho appena pensato ad una cosa. L'altro giorno mi hai detto che sono molto soggetta all'influenza altrui, mentre le tue pare sono più "tue", interne.
      Secondo me invece tu sai di meritare determinate cose, ma ti convinci che non sia così perché gli altri te l'hanno fatto credere. Certo, ora le cose le hai interiorizzate e fatte "tue" ma in realtà sono frutto dell'influenza altrui. Se una persona pensa di non meritare affetto, la maggior parte delle volte è perché gli è stato negato.
      Guarda caso nei tuoi sogni il bambino ce l'hai, lo hai fatto... Se ti fossi sentita personalmente incapace e indegna di avere un figlio non lo avresti fatto, invece il bambino ce l'hai eccome ma poi ti viene portato via dagli altri... Ed ecco che pensi che non è poi così grave, che è giusto così perché non lo meritavi. Questo pensiero subentra a causa degli altri...

      Elimina
    3. Magari non a causa degli altri ma della mia interpretazione soggettiva del comportamento altrui..
      Come dire che una persona ricoverata che si sente abbandonata dai parenti magari non è affatto stata abbandonata ma sta facendo esperienza di un vissuto di abbandono..
      Allo stesso modo gli altri non mi hanno mai detto che non merito niente, magari me ne sono convinta io sulla base di alcuni loro comportamenti che ho interpretato in tal senso..
      Anche se è forse più opportuno dire che dato che avevo già quel pensiero, ho avuto la tendenza ad interpretare tutti gli eventi in quel modo. Ad ogni modo è sicuramente qualcosa che è tutta nella mia testa, ormai, a prescindere che sia nata con me o che ci sia entrata dopo..

      Elimina
    4. Anche se non ti è mai stato detto espressamente, non significa che non ti sia stato COMUNICATO questo messaggio. A poche persone viene detto "non meriti amore", se però la persona in questione non lo riceve dai propri genitori si convince di non meritarlo e tenderà ad interpretare ogni minimo gesto (magari non realmente connotato in tale maniera) in modo spropositato, ricollegandolo appunto alla convinzione ormai consolidata di non meritare affetto e rafforzando tale convinzione!
      Sicuramente tu adesso interpreti tutto in questa maniera, ma dubito che sia una forma mentale "congenita"...

      A prescindere dalla sua origine, come hai detto tu, il problema è che ragioni così adesso.
      Però secondo me il fatto che nei sogni tu decida di avere il figlio e che tu non abbia rinunciato a priori è significativo... Lascia stare che poi te lo portano via, di fatto tu ci provi. Hai voglio di provarci (non ad avere il figlio, ovviamente XD) solo che hai paura di non farcela o semplicemente pensi di non meritare un'opportunità... Finché non provi non saprai mai se effettivamente il bambino ti verrà rubato! Potresti scoprirti capace di difenderlo ed impedire il rapimento, oppure potresti riuscire a riprendertelo... Una parte di te è speranzosa, non farti bloccare dalla paura. L'ignoto è appunto "non-noto", non puoi dare per assodato che le cose andranno male! C'è sempre un margine di dubbio... Le cose potrebbero andare meglio di come credi.

      Elimina
    5. Mmm non è proprio così.. In nessun sogno io voglio un figlio. Mi capita così, a un tratto ce l'ho. Ma non lo sento mio, non so cosa fare, lo tratto con distacco e me ne separo facilmente.
      Però boh non so che dirti magari hai ragione.

      Elimina
    6. In questo sogno lo hai proprio partorito : lo hai CREATO tu. In più sbaglio o hai scritto "eravamo felici"? Lo hai addirittura nutrito...ONoon so, secondo me se tu in prima persona non lo volessi o se tu fossi realmente convinta al 100% di non meritarlo saresti tu a liberartene (come quando lo hai dato alla gatta), non qualcuno a prenderlo come in questo sogno. Ovviamente è solo una mia opinione xD

      L'inghippo sta nel fatto che dicendo che questo modo di ragionare é insito in te e che non è correlato agli altri/alle influenze esterne, è come se ti fornissi un alibi : "io sono così, sono sempre stata così, quindi non posso cambiare"... E invece puoi - e in fondo vuoi - cambiare!

      Elimina
    7. Ogni volta che leggo un tuo commento, poi lo devo rileggere due o tre volte per capire quale parola stai correggendo nel secondo commento. Guarda che il senso si capisce e una lettera battuta male non ha importanza! XD
      Si sicuramente era un sogno diverso dagli altri che ne condividevano la tematica.. Però nei due precedenti io lo affidavo a qualcuno che sapevo se ne sarebbe preso cura, sapevo con chi era. Qui invece se lo porta via chissà chi per fargli chissà cosa. Non lo vedo come un sogno positivo.. E' come se il mio inconscio mi dicesse che per quanto le cose sono difficili (come accudire un bambino) sono anche potenzialmente belle e gratificanti (essere felici insieme). E ogni volta che io mi focalizzo sul dca (mi mettevo a parlare di peso e grasso con l'ex anoressica) io immediatamente perdo tutto, sia gli aspetti positivi (il bambino buono e tranquillo) che quelli negativi (la coperta con cui dovevo prendermene cura) e tutto perde significato (come il mio essere in pediatria senza un bambino). Mi dice anche che non so neanche io ciò che voglio, che gli oggetti per me sono contemporaneamente buoni e cattivi (alla Klein), che non so integrarli, che sono contemporaneamente felice e triste quando li perdo. E finisco sistematicamente per perderli.
      Mi dice tante cose che so, e altre che sicuramente non vedo, ma non ci trovo niente di positivo...

      Elimina
    8. Concordo su tutto, ma non sul fatto che non sai cosa vuoi. Le cose belle le vuoi, altrimenti non staresti a pezzi quando ti ritrovi senza bambino! Ti convinci solo dopo che in fondo va bene così, lo fai per superare il dolore... Dolore che non ci sarebbe stato se tu non avessi voluto il bambino e le cose belle ad esso associate.
      Come fai a non vederci il positivo? Finché anche solo una minima parte di te vuole il buono, c'è speranza...
      Io lo prenderei come un monito, come un'indicazione di ciò che ti stai perdendo a causa del DCA, come la dimostrazione che tu eri in grado di gestire il bambino nonostante la titubanza iniziale e che però ti sei lasciata fregare dal DCA!
      Un bambino comporta gioie e dolori, come la vita, e tu ti neghi entrambi buttandoti sul cibo poi consolandoti all'idea che almeno così eviti la sofferenza che non sai gestire... Meglio se ti hanno portato via il bambino, tanto non lo meritavi. Ma come no?! Lo hai accudito, lo hai allattato : eri CAPACE di farlo... Invece ti sei persa col DCA e ti sei detta "meglio così" per non star male, per non ammettere che volevi il bambino e che in fondo sai che, volendo, puoi gestirlo.

      Comunque è ovvio che tu lo vedi in modo più negativo rispetto a me, è riconducibile al classico bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto... La connotazione attribuita al tutto dipende dallo stato mentale con cui analizzi il tutto.

      Scusa se continuo a rispondere xD comunque il punto resta che non è vero che non meriti niente e che puoi cambiare mentalità. È possibile, devi solo volerlo.

      Elimina
    9. Sai che non hai torto però..! Una parte di me vuole le cose belle.. Purchè ottenendole io non danneggi nessuno.. Forse più che non meritarle credo di non meritarle più degli altri..
      Per fare un esempio stupido, non posso non andare a sbrigare commissioni per la casa anche se non ne ho voglia, perchè se non lo facessi io dovrei lasciare a loro questi oneri e responsabilità. E non lo posso fare.
      Però posso ammazzarmi di studio e andare a prendere buoni voti agli esami, perchè non rubo niente alle mie colleghe!
      Credo sia per questo motivo che in due occasioni, con persone diverse, quando mi hanno tamponato la macchina io le ho fatte andare via senza chiedere nulla..

      Elimina
    10. Ti poni sempre in secondo piano rispetto agli altri. Come ti ho già detto non si tratta di essere egoisti, ma credo che dovresti almeno considerarti sullo stesso piano. Va bene essere disponibili e altruisti, ma non sacrificando se stessi fino a questo punto.
      Tu vali, cazzo. Vali quanto gli altri e, in confronto a determinate persone, anche di più! Ficcatelo nella testolina :)

      Ora la smetto o inizierai ad odiarmi :P

      Elimina
  4. QUATTROCENTO GRAMMI non sono grasso, non è PESO MESSO SU IN UN GIORNO. per ingrassare VERAMENTE ci vuole un sacco di tempo e dovresti tipo mangiare tantissimo tutti i giorni per un mese. 400gr non sono niente, neanche gonfiore, neanche liquidi. il corpo cambia fiiologicamente peso ed è una variazione a volte di anche due chili che NON sono grasso.
    sei magrissima, sei magrissima
    e forse ora dovresti occuparti di altro, e prenderti cura di te :)
    un bacio xoxo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se dovessi pensarla così dovrei pensare che anche quando dimagrisco allora non è un vero dimagrimento, che è peso finto che sale e scende, e così i miei sacrifici perderebbero significato.. Lo so che hai ragione, io non sono una che si pesa sempre solitamente.. ma questo è un periodo no, in cui solo il "controllo", per quanto illusorio e perversio dà sicurezza.
      Ti ringrazio comunque :*

      Elimina
  5. E' vero sei molto magra, le tue foto mi hanno molto colpita.per favore (anche se non sono nessuno per dirtelo) prenditi cura di te che MERITI di stare bene <3 baci Iris

    RispondiElimina
  6. Alla faccia del sogno esplicativo!! O.o come dici in un commento sopra poi anche quando il bambino lo dai alla mamma gatta (visto che è la figura più materna che si porta a esempio), dimostra tutta la sfiducia che hai nei tuoi confronti...
    Non so se come dice vielllina questo sentimento di non valere e di non meritare te lo sei inculcato da sola o se sono stati tanti avvenimenti insieme, di certo tu ora ti senti così e posso immaginare come stai xke io mi sentivo uguale fa piccola e come te ho reagito rifiutando anche il cibo come se non meritassi niente ne giochi ne cibo ne niente.. Non sai che rivelazione x me è stato vedere che invece non ero così pessima come mi voleva far credere mio padre.. Davvero, ti devi volere bene, non é vero che non vali, ma ti pare? Tutti valiamo, sei intelligente, brava nello studio, simpatica, altrimenti mica ti starebbe insieme io ti ragazzo non ti pare?

    Cmq ti posso chiedere se fai qualche esercizio in particolare x gli addominali? Io ne faccio ma non ho certo quella tonicità, cavolo!! Io ho ancora un po' di ciccia sopra i muscoli, a te invece si vedono!! Veramente complimenti!! Ma non eri tu che mesi fa diceva che non sapeva come fare xkè era sempre gonfia con la pancia tonda?? Vedi che non sei poi così pessima come dici di essere? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono SEMPRE gonfia. Sembro sempre all'8* mese di gravidanza. Perfino mia madre che non fa altro che dirmi che sono rachitica e chiamarmi "stecchinello" mi prende in giro per la pancia gonfissima. Per sgonfiarmi un po' devo digiunare una settimana..
      Anche queste foto sono fatte ad addome contratto, al naturale mica si vedono i muscoli. Solo gonfiore e mollame.
      Tu dove la vedi la ciccia che hai la pancia piattissima che più piatta non si potrebbe?! Tra l'altro se tu tieni i piedi uniti ti si separano tutte le gambe, ginocchia comprese! Le mie cosce al confronto sono enormi, devo tenere i piedi ben separati per non far salire le ginocchia una sopra l'altra! Abbiamo lo stesso peso ma tu sei molto più tonica, magra e asciutta!
      Comunque..
      Io non mi alleno mai a casa. Dovrei tenere la porta chiusa per non farmi vedere. Se il cane è chiuso dentro con me mi sale di sopra e mi lecca, se lo chiudo fuori piange ininterrottamente.. Una seccatura. Mi alleno solo in palestra. Cerco di andarci almeno 2 o 3 volte a settimana. Come addominali faccio quelli a terra classici frontali e quelli obliqui, con una caviglia sul ginocchio opposto e mi alzo verso la gamba non poggiata a terra. E poi li faccio in piedi alla macchina con i pesi da 15 kg.. Credo che sia quello a dare risultati maggiori!

      Elimina
    2. E no ormai sono sempre gonfia, non so è un mese ormai che mangio non benissimo e infatti sono bloccata e non riesco neanche a tornare ai miei 50kg!!
      Certo xo neanche tirando ho mai avuto addominali del genere!! Credo che la macchina della palestra faccia, io devo arrangiarmi a casa xke non avrei i soldi x la palestra, ma piacerebbe anche a me...

      Elimina
  7. Ho letto nei commenti che hai detto che questo è ''un periodo no''. Quello che ti vorrei chiedere è: Pensi che sia il tuo disturbo alimentare ad essere peggiorato e quindi a produrre di conseguenza un periodo no o le cose che non vanno nella tua vita ti hanno portato al periodo no e aggravamento del disturbo alimentarE? ho letto tutti i tuoi post ma la cosa non mi è molto chiara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai letto tutti i miei post dovrebbe esserti chiaro.. E' giusta la seconda. Il dca non è una cosa a sè, non è una causa, è il mio modo di reagire agli eventi, di controllare le cose. Non quelle che mi fanno stare male, ma altre cose. Più facili da tollerare, da gestire, e anche più concrete e tangibili. Sul cibo proietto i miei bisogni più viscerali. Se mi sento vuota e sola trasformo il vuoto interiore in un perenne stato di fame che mi fa abbuffare per tutto il giorno. Se invece mi sento piena, sovraccarica di rabbia, rancore, odio, cerco di esplellere tutto, di svuotarmi, e rifiuto il cibo.. Spiegato così ovviamente lo rende molto arido e poco dinamico, poco reale, ma è più o meno ciò che succede nella mia mente..
      Il dca è il mio punto sicuro.. Forse perchè quando mi sono messa a dieta sul serio, 2 anni fa, e ho perso i primi 12 kg, non ci credevo neppure io. Per la prima volta mi sono sentita capace di fare qualcosa, di controllarmi, di migliorare.. mi sono sentita forte, sicura.
      Forse è a quella sensazione che tendo quando sento il mondo crollarmi addosso.. O forse no, non lo so neanche io.
      So solo che io così non sto male. Non mentalmente, intendo.
      Non c'è un punto del corpo che non mi faccia male, mi gira la testa, mi sento debole, però non sto male... Non piango, non penso, e riesco a studiare..
      Lo so che è sbagliato, non dico affatto di essere giusta o di essere brava. Dico che è ciò di cui ho bisogno per ora..
      Perchè tra mio padre e mia madre che parlano, guardano le foto del cane e piangono, poi ricominciano a parlare e gridare, mio fratello che tiene la tv a tutto volume sul canale del poker o del calcio, la ragazza delle pulizie che usa il vaporetto, il cane che gioca con la pallina che suona.. Stamattina l'unico rumore che mi ha tenuta lucida, che non mi ha fatta scoppiare a piangere sentendo i video di Martin, che non mi ha fatto uccidere nessuno, che mi ha fatta studiare, è stato il gorgoglio del mio stomaco..

      Elimina
    2. Ma dato che tu dici che sono gli eventi esterni ad averti fatto peggiorare....prendendo per assunto questo, cosa credi che 2 anni fa ti abbia fatto scattare la melefica molla?
      si è vero la cosa è chiara da quello che scrivi però leggendoti ho invece la sensazione che le cose non siano così ben distinte...la vedo più come una compenetrazione, nel senso che penso che ormai se anche tutto fosse più sereno, esternamente, tu continueresti a stare sempre peggio.

      Elimina
  8. Cara Softy, scusa se mi faccio sentire così di rado ma sai che tipo di vita ho. Intanto ho riso anche io come *Viellina* per la storia del cesso, LOL. Cmq guardavo il tuo corpo e ragionavo, io sono 2 kg meno di te e in confronto a te se mi vedessi sembro molto più grosso nonostante siamo alte uguali almeno così ricordo. Stavo già per andare in crisi mistica, ma poi ho pensato, voglio dire io ho un'età diversa dalla vostra e ho avuto anche una gravidanza quindi è normale che il mio corpo per forza di cose sia distante anni luce dal tuo. Ti faccio comunque i miei complimenti anche se non so se faranno piacere.
    Il tuo sogno mi ha fatto molto pensare... in effetti un bambino sono responsabilità che finchè uno non prova sulla propria pelle non potrà mai capire. Sognare di partorire e poi prendersi cura amorevolmente del bambino (o quello che doveva essere un bambino) magari significa anche istinto materno molto presente in te, la voglia un giorno di essere madre e amare tuo figlio, è un bel pensiero. Certo poi quando lo rapiscono e tu soffri relativamente magari indica che non sei ancora pronta del tutto, e ci sta tutto.
    Un abbraccio non troppo forte o mi sa che ti rompo tutta :)
    Eddo

    RispondiElimina
  9. Ps: ti invito a lavorare di più su tutto il tuo percorso che stai seguendo, il nome del tuo blog è: Obiettivo Rinascita. E' a quello che volevi puntare. Ce la puoi fare.

    RispondiElimina

Sii civile, non serve insultarmi per parlare con me.