martedì 18 febbraio 2014

Chi non muore si rivede.. ogni tanto

Ciao belle fanciulle!
Come promesso, ogni tanto mi rifaccio viva..
Vorrei portarvi buone notizie, vorrei potervi dire che ho dato delle materie, che sono serena, che sto bene, che non metto più in atto comportamenti alimentari sbagliati.. ma purtroppo non è così. Ho di nuovo smesso di studiare, o quasi. Faccio poco e niente, e ormai la sessione degli esami è passata, se ne parla a giugno... e a questo punto non credo proprio che riuscirò a laurearmi a settembre..
Anche sul fronte cibo le cose non vanno bene come pensavo.. Io ne ero davvero convinta, credevo sul serio di esserne uscita, di essere non dico tornata a riva ma almeno risalita a galla, ma adesso mi sto rendendo conto che forse non è così..
Vorrei spiegarvelo con un paio di metafore.
Quando io penso alla mia situazione mi immagino sdoppiata. C'è una me dentro una stanza che fa determinate cose, e una me fuori che la guarda dalla finestra, come se guardasse un film e cercasse di seguirne la trama. Ultimamente è come se avessi perso il filo del film, come se fossi andata in bagno o avessi parlato al telefono al momento sbagliato e mi fossi persa dei passaggi significativi..
Quelle di voi che hanno più di 20 anni dovrebbero, come me, essere cresciute coi pokemon. Se conoscete il gioco per gambe boy, ricorderete quella tiritera che vi diceva ogni volta che il vostro pokemon saliva di livello e doveva imparare una nuova mossa.
"Pikachu vorrebbe imparare Fulmine. Ma Pikachu conosce già 4 mosse, vuoi che ne dimentichi una per imparare Fulmine?" e voi dovevate scegliere quale eliminare..
Ecco, è come se i miei comportamenti alimentari funzionassero così. E' come se la me dentro la stanza avesse sostituito "pesata mattutina" con "chewing and spitting" e avesse modificato anche altre cose, ma io mi sono persa quel momento, non l'ho capito subito.. E adesso che il film continua ad andare avanti sto capendo qualcosa che era successo prima, come quando seguite un telefilm, perdete una puntata, ma da quelle successive riuscite a ricostruire ciò che vi siete perse.
Ecco, io mi sento così, e mi dispiace davvero ma non riesco a spiegarlo meglio di così..
Praticamente, per essere un po' più concrete, non mi peso più assiduamente.. Capita una volta ogni tanto, ogni 1-2 settimane.. E pensavo fosse una cosa positiva. Ho smesso di contare le calorie, di contare il cibo che mangio, di pesarlo, di scrivere i d.a., e pensavo che anche questo fosse positivo.
Adesso però dal susseguirsi delle puntate ho capito che ho solo sostituito alcuni comportamenti con altri, ma la sostanza è sempre la stessa.. Non so nemmeno dirvi quando sia successo, perchè appunto in quel momento del film ero distratta.. So solo che è da un po' che mangio quasi solo cose morbide, liquide e cremose. Latte, yoghurt, frutta, salmone affumicato, creme al cioccolato, verdure stracotte, torta di mele fatta da me.. Le cose solide le mastico e le sputo. Non lo faccio proprio apposta.. E' che mentre mangio una cosa mi dico "ok l'hai masticata, ne hai sentito il sapore, perchè dovresti ingoiarla adesso?" E' un modo per mangiare cose ipercaloriche, tipo pane e formaggio o biscotti, che mi piacciono un sacco, senza però sentirmi in colpa.
Ultimamente, e la cosa andrà avanti per molti mesi, sono sempre da sola a casa. Mio padre è stato ricoverato in una clinica per riabilitazione fisioterapica. Starà lì appunto per parecchi mesi. Mia madre la mattina va a lavorare e quando finisce va da mio padre, così torna a casa verso le 4. E io la sera vado da lui verso le 19 e quando finisco vado direttamente in palestra, così torno verso le 22. Perciò, di fatto, potrei non mangiare mai. Basterebbe sporcare un piatto e lasciarlo nel lavello e mia madre penserebbe che ho mangiato e potrei vivere solo di acqua. E invece? Invece mangio tutto il giorno. Inizio la mattina e finisco di notte, oppure proseguo no stop fino al giorno dopo. E non so nemmeno perchè io lo faccia.. Quando mi controllavano ed erano sempre a casa cercavo sempre un motivo per saltare i pasti o per mangiare pochissimo, adesso che sono libera di autogestirmi come meglio credo, mi abbuffo tutto il giorno.
Per esempio la mattina mangio una crema al cioccolato, poi mi riempio un bicchiere di latte e ci metto del cacao, poi prendo delle gallette di riso, le copro di formaggio, le mastico e le sputo. Insomma cerco di non fare questa operazione a digiuno, o i succhi gastrici danneggerebbero lo stomaco.. Ma non lo faccio apposta, cioè sono cose che ho realizzato dopo, all'inizio le facevo e basta, senza pensarci..
Ieri, dopo tipo 2 mesi, ho di nuovo vomitato. Avevo mangiato del salmone affumicato con formaggio cremoso spalmabile. Ma ne avevo mangiato davvero un sacco, qualche 400 gr. Ero poi andata in camera mia per cambiarmi, per portare fuori i cani, e automaticamente la mia testolina si è messa ad approssimare conti e calorie, e quando ho realizzato di averne assunte tipo 1000 in un pasto solo mi è venuta una forte tachicardia. Un attacco d'ansia. Tremavo, dovevo vomitare, e così ho fatto. Non ho vomitato tutto, e forse nemmeno metà, mi sono solo irritata la gola e rigirata lo stomaco sotto sopra. Non ho più digerito. Fino alle 22 mi risaliva il salmone, e ho avuto mal di pancia, aria nello stomaco e malessere generale per tutto il giorno. Di sera ero andata in palestra, ma stavo veramente malissimo, ero pallidissima e non mi reggevo in piedi, così dopo meno di un'ora sono andata via.
E' proprio dopo questi avvenimenti che mi sono chiesta "ma come.. non ero guarita?" e così ho capito che certe cose sono cambiate, come se fossero evolute. Ma di fatto siamo sempre punto e a capo..
O forse mi sbaglio, magari come mi suggerivate è normale avere delle ricadute durante la guarigione.. Però io mi sento più che altro in regressione.. Anche questa cosa di mangiare sempre yoghurt e cose morbide ricorda i bambini piccoli, che bevono solo il latte della madre e poi gli omogenizzati.
Il peso comunque non si smuove, è preciso al grammo. A volerlo fare apposta non ci sarei mai riuscita. Non so nemmeno quando è stato ma l'ultima volta che mi sono pesata ero 52,0. E anche ieri, identico. Però non ero ancora andata in bagno, quindi magari c'è qualche etto in meno, ma non è tanto importante. In realtà non mi importa affatto. Continuo a vestire solo cose larghe, esco quasi sempre in tuta da ginnastica, e non ho ancora capito perchè. 51-52 kg non sono troppi, dopotutto sono alta 1,62.. Ma il pensiero che ero arrivata a 50 mi tormenta, e adesso mi sento di nuovo grassissima, però cerco di non pensarci. Non cerco di dimagrire, mi limito a non guardarmi, a non specchiarmi, a non pesarmi..
Tra l'altro sono gonfia da far schifo per ora, veramente troppo. Sarà per i troppi latticini..
Comunque ho aumentato di molto l'introito calorico e mi dico che se sono riuscita a mantenere il peso mangiando così tanto, significa che se tornassi a mangiare come prima dimagrirei subito.. Questo pensiero mi conforta, mi rassicura. Potrei dimagrire, se solo volessi farlo. Ma al momento non è tra i miei pensieri.
Volevo darmi almeno una materia. Non esserci riuscita mi fa sentire un vero fallimento..
Tra un paio di settimane scende il mio ragazzo, e io non sono proprio pronta...
Beh le cattive notizie per ora sono finite.. Vi stringo forte, tenete duro. Un bacio

20 commenti:

  1. Cavolo, allora mi sa che soffri di apatia, mal comune tranquilla, cioè ti capisco, anche a me sembra di non concludere niente della mia vita, mi sento in trappola in questa gabbia d'oro, e talmente impotente e piena d'ansia che mi blocca ulteriormente..

    Dai oggettivamente non sei grassa, 51kg x 161cm vanno bene, x lo meno non sei sovrapeso, poi incidono tante cose si sa (io x 165cm dovrei essere 55kg, ma ho le ossa sottili quindi 52kg).. Il gonfiore e' sicuramente i latticini..

    Il brutto di mangiare complessivamente e' che una mangiata tira l'altra, come una droga.. So che e' difficile mangiare in quantità giuste ma dovrresti sforzarti di spezzare questo circolo.. Xkè a lungo anatre ingrasserai, forse adesso x qualche mese il tuo corpo ha compensato ma non riuscirà sempre..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono vicina alla fascia sovrappeso, ho meno di 20 di bmi e se perdessi 3 kg sarei sottopeso. Non credo di correre il rischio di ingrassare, perchè anche se mangio spesso mi nutro prevalentemente di yoghurt magri e frutta. A volte esagero col salmone, ma gli altri cibi per lo più li sputo.. Durante la giornata cammino molto e quasi ogni sera vado in palestra. E' più una sensazione di malessere generale, pesantezza, gonfiore e frustrazione che mi accompagna sempre.. Mi sento sempre sazia e piena, ma non riesco a sentirmi completa e serena.. mi manca sempre qualcosa, ho come un vuoto dentro che cerco invano di colmare col cibo.. apatia, può essere..

      Elimina
  2. Capisco quando dici che hai sostituito una cosa con un'altra ma la sostanza non cambia. Lo capisco anche fin troppo bene, perché quella non è "guarigione" ma è "cronicizzazione" e anche se in apparenza sembra meno dannosa, in realtà è proprio quell'atteggiamento che ti porta a non guarire mai. Una bella fregatura, insomma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già.. speravo davvero che non fosse così.. ma effettivamente guarire di punto in bianco era troppo bello per essere vero..

      Elimina
  3. Bentornata :)
    Beh che tu non sia aumentata di peso è una cosa molto positiva :)
    Mi dispiace per il resto. Non si può sperare di risolvere un problema di fondo occupandosi solo del "contorno" , come hai espresso tu.. Quella sensazione prima del vomito la conosco bene. A volte i sensi di colpa sono troppo forti, e non ci si può impedire di fare certe cose. La cosa positiva è che non lo fai spesso, in maniera patologica. L'ossessione per il cibo ce l'ho anche io ed è pesante, forse hai bisogno di distrazioni? Si sa che il cibo diventa un rifugio quando le cose vanno male, quando altri ambiti della tua vita non vanno come vorresti. Quando poi le cose altrove si sistemano, quando ottieni soddisfazioni dalla tua vita, "magicamente" anche dal punto di vista alimentare "ti sistemi". Sta a te capire cosa non va. Secondo me l'ossessione per le cose liquide comunque deriva dal fatto che magari, essendo appunto liquide, ti danno l'impressione di mangiare di meno, di essere più leggera. Però così entri in un circolo vizioso, ok esiste la dieta dello yogurt, degli omogeneizzati addirittura, ma non credo sia la via giusta per dimagrire..magari come dici tu, dato che rimandano all'alimentazione dei bambini, ti fanno sentire illusoriamente più sicura. Non so. Comunque, appoggio al pieno questa cosa di tornare ad un'alimentazione normale, visto che in questo periodo di sicuro il tuo metabolismo si è rimesso in sesto pur mangiando di più di prima. Approfittane !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'appoggio cara! Cercherò di rimettermi in riga, se non per dimagrire almeno per sgonfiare un po'!

      Elimina
    2. Ciao bella:) tranquilla il mio comunque non è un addio.. Tornerò prossimamente e più carica di prima (spero). Ho già creato questo nuovo profilo, e il mio blog per ora rimane vuoto. Se vuoi aggiungimi al tuo elenco lettura..prossimamente tornerò a scrivere. Intanto leggo tutte voi o almeno ci provo (devo ritrovare i contatti!) . Un abbraccio grande :)

      Elimina
    3. Ps= dimenticavo sono Barbara ^^

      Elimina
    4. ok cara, prenditi il tuo tempo, ti sono vicina col pensiero <3

      Elimina
  4. Mi spiace per tutto quello che stai passando.
    Per favore, cerca di parlare con qualche terapeuta del tuo chew/spit, è un disturbo grave al di là delle conseguenze fisiche.
    Non preoccuparti per gli esami, a giugno c'è un'altra sessione ;) a me è capitato l'anno scorso, non riuscivo a studiare con successo a causa di alcuni problemi, non ultimo il fatto che nonna non stava bene e mi addossavo la colpa. Cos'è che ti turba, al di là del tuo comportamento alimentare? Cos'è che ti sta facendo incasinare tutto?

    Un caro abbraccio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vado già da una psicologa.. gliene parlerò la settimana prossima!
      Il problema dell'uni è che sobo già fuori corso, e la maggior parte dei miei ex compagni dj liceo si è già laureata..

      Elimina
    2. Sono al settimo semestre di triennale, in più ho un anno di ritardo perché la prima volta mi sono immatricolata in una facoltà che non mi piaceva...anche i miei vecchi compagni sono (quasi) tutti laureati, quindi capisco il tuo disagio :* Non è, però, premendo sull'acceleratore o colpevolizzandoti che riuscirai a finire l'università (e te lo sto dicendo per esperienza diretta :p).
      Andrà tutto bene, vedrai <3
      Abbi coraggio :*

      Elimina
  5. "Quando io penso alla mia situazione mi immagino sdoppiata. C'è una me dentro una stanza che fa determinate cose, e una me fuori che la guarda dalla finestra, come se guardasse un film e cercasse di seguirne la trama. Ultimamente è come se avessi perso il filo del film, come se fossi andata in bagno o avessi parlato al telefono al momento sbagliato e mi fossi persa dei passaggi significativi..
    Quelle di voi che hanno più di 20 anni dovrebbero, come me, essere cresciute coi pokemon. Se conoscete il gioco per gambe boy, ricorderete quella tiritera che vi diceva ogni volta che il vostro pokemon saliva di livello e doveva imparare una nuova mossa.
    "Pikachu vorrebbe imparare Fulmine. Ma Pikachu conosce già 4 mosse, vuoi che ne dimentichi una per imparare Fulmine?" e voi dovevate scegliere quale eliminare..
    Ecco, è come se i miei comportamenti alimentari funzionassero così. E' come se la me dentro la stanza avesse sostituito "pesata mattutina" con "chewing and spitting" e avesse modificato anche altre cose, ma io mi sono persa quel momento, non l'ho capito subito.. E adesso che il film continua ad andare avanti sto capendo qualcosa che era successo prima, come quando seguite un telefilm, perdete una puntata, ma da quelle successive riuscite a ricostruire ciò che vi siete perse."

    Mmm..non lo so, ma credo di capire cosa intendi..
    Cioé io mi ci ritrovo molto in questa metafora del film, soprattutto da quando faccio terapia..
    Sai, per logica il nostro cervello mette in ordine le cose per dargli un senso, ma lo fa secondo una propria logica, struttura, spesso dettata anche dalla volontá di tenere sotto controllo o di capire semplicemente delle cose, del tipo a volte pensiamo a= b convinti che sia cosi ma in realtá non prendendo nemmeno in considerazione che magari a=c=a=b..
    Quando sono andata in terapia avevo esattamente quella sensazione..una parte di me voleva dire a=b ok, tutto torna! Ma magari poi un'altra parte si perdeva dei pezzi e allora era come se "la trama mi sfuggisse"..
    Dopo un po, dal nulla, rispuntava un pezzettino del puzzle e sembrava impiantarsi dove non centrava nulla..per cui dicevo "oddio sto andando ancora piú in casino!"..in realtá voleva dire che tutto stava facendo il suo effetto, che stavo progredendo verso un cambiamento..
    3 anni fa all'inizio della terapia ero convinta che la cosa prediletta sarebbe per sempre stata contare le calorie, quando ho allentato la presa mi sono ritrovata ai lassativi, dopodiche alla sola fame nervosa con strascichi del sintomo precedente o di 2 sintomi prima..poi magafri diminuivano e aumentavano e poi sembravano sostituirsi (a un certo punto invece che mangiare compravo compulsivamente varie cose:-/)..
    delle volte ho avuto periodi di mesi in cui mi fissavo solo su una categoria alimentare o solo su certi cibi liquidi (per esempio volevo solo la spremuta e le mele..e non mi sembrava logica come cosa mi pareva un po strana ma volevo cosi..)
    per cui non so perché non sono un'esperta, ma secondo me é normale che anche i sintomi si trasformino..é indice di cambiamento. Poi magari in alcuni casi é indice di cambiamento verso una strada buona, e in altri queste "trasformazioni" sono da tenere monitorate..Magari comunque tutti i dubbi falli presente a chi ti segue cosi da poterci lavorare su:)
    Mi dispiace per gli esami peró dai, sei in un periodo difficile, se non sei riuscita per questa sessione l'importante é che non molli..continua per gradi impuntandoti che per la prossima sessione dai qualche esame (non troppi ma anche un piccolo obiettivo)..vedi il punto fino a cui puoi arrivare ma pensando "devo farlo", lo fai per te stessa e per il tuo futuro..
    Coraggio che credo in te!!
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per i tuoi commenti, li trovo davvero interessanti e mi sei di grande aiuto! Rifletterò su quello che mi hai detto e ne parlerò con la psicologa!

      Elimina
  6. Sono cresciua a pane e Pokémon!...
    No, scherzi a parte... capisco cosa intendi dire con l'esempio di Pikachu... Però, prova a vedere l'aspetto positivo della cosa. Mettiamo che tu abbia sostituito la "pesata mattutina" con il "chew&spit": se sei stata capace di operare una sostituzione, allora puoi farlo di nuovo, E - ecco l'aspetto positivo - puoi farlo con ciò che vuoi. Gradualmente, ovviamente. Prova perciò ad impostare le sostituzioni in chiave positiva: ammettiamo per esempio che tu abbia avuto un'abbuffata. Magari la tua risposta di default a questo comportamento, ora come ora, è "vomito". Però, puoi per esempio sostituire "vomito" con "corsa al parco". Il risultato sarà che comunque bruci le calorie in eccesso, ma intanto non hai fatto una cosa fisicamente (e psicologicamente) dannosa come indurti il vomito. E, piano piano, le sostituzioni si possono muovere verso comportamenti sempre più salutari...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so che è difficile da comprendere.. ma non sono stata io. Io sono quella fuori che guarda, la me che si muove dentro il film fa un po' quello che le pare e io non la posso gestire..
      Lo so che sembra inquietante detto così, ma è in questo modo che mi sento in questo momento.. lo sport compensatorio lo faccio già, tempo fa mi ero distrutta la caviglia facendo 800 JJ al giorno.. ma a volte non mi basta..
      Grazie per il passaggio e per il supporto!

      Elimina
    2. "non sono stata io"
      È la stessa cosa che vivo io, tanto che ho paura di nascondermi dietro a quella frase...però io non sono solo io, io siamo due, due che a volte non vanno d'accordo.
      :'(
      :'(

      Elimina
  7. Ciao cara :)
    So che non commento mai i tuoi post e mi dispiace tantissimo. Il fatto è che ho sempre paura di scrivere cose scontate, banali e stupide.
    Ti leggo sempre e aspetto con ansia ogni tuo post. Da una parte perchè come caratteristiche sei molto simile a me. Siamo alte uguali e quando ti ho iniziato a leggere più o meno pesavi come me. (E poi ti piace nesli <3) Ma tu adesso sei molto più magra di me e questo mi fa capire che io non ho concluso niente, mentre te in parte ce l'hai fatta. Da un'altra parte però non vedo l'ora di leggere i tuoi post per sapere come stai, perchè spero sempre di poter leggere che stai bene. Ho letto tutto quello che hai passato, tutta la tua vita non certo facile. Ogni giorno ti auguro solo il meglio perchè te lo meriti. Seriamente!
    Belli i pokemon.. quanto ci ho giocato :D
    Riguardo al cambiare comportamenti secondo me è comunque un miglioramento.
    A livello alimentare sei migliorata con l'apporto calorico e vedrai che piano piano riuscirai a reintregare anche cibi solidi. Ci vuole tanto tempo purtroppo con questi problemi. Capisco riguardo all'esame.. sono solo al primo anno, ma sono già indietro di due. Quest'estate ho intenzione di impegnarmi davvero per dare il meglio. Tranquilla se non lo hai dato. Pensa a star bene con te stessa prima di tutto! Non cambia niente dare un esame ora o a giugno, davvero. Qualche mese in più non influenzerà il resto della tua vita.
    Ti stringo in un abbraccio fortissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per le bellissime parole, lo apprezzo davvero, sei stata dolcissima! Non ho fatto proprio un bel niente.. sono riuscita solo a rovinarmi il fisico, la mente e le relazioni.. avrò qualche kg in meno ma tu hai ancora il ciclo, che credimi non è poco..
      Io sono già al primo anno fuori corso e ho 6 materie indietro.. i miei pagano più di 1000 euro all'anno di tasse e io non posso mettercene 5 per una triennale.. questa cosa mi fa stare davvero male. Grazie per la tua comprensione e il tuo sostegno. Scrivimi quando vuoi quello che vuoi, non sei banale, nè tantomeno stupida!
      Ricambio l'abbraccio

      Elimina
  8. Pokémon <3
    Anche io a volte mi sento come te...

    Z.

    RispondiElimina

Sii civile, non serve insultarmi per parlare con me.