sabato 18 gennaio 2014

Scn, cani e cibo (tanto per cambiare)

Ciao belle fanciulle!
Ho fatto un'altra piccola full immersion nello studio, anche se non per una materia universitaria, bensì sul materiale per il colloquio per il servizio civile. Ho studiato tutto ciò che c'era nelle 50 slide di scheda progetto, con tanto di riassunti, schemini e ripetizioni orali. E ho cercato su internet informazioni varie, sulla storia del servizio civile, sul significato di alcune cose, ecc.
Ieri sono andata alla sede dove si svolgevano i colloqui, ed ero la 3° in lista, così ho ascoltato i 2 colloqui prima di me. Quelle ragazze hanno fatto veramente schifo.. non sapevano niente. Probabilmente non hanno nemmeno letto il progetto, una ha perfino detto di non ricordare il titolo del progetto per cui aveva fatto richiesta.. Comunque, sono entrata abbastanza tranquilla, perchè chiedevano cose facili, esplicitamente riportate nel bando e nel progetto. Infatti il colloquio è andato bene, una delle due tizie però ha fatto troppo la stronza. Una mi faceva le domande e l'altra prendeva appunti, si segnava non so che, forse le cose che sapevo, e poi interveniva per fare domande più specifiche e pignole sull'argomento appena discusso. Ma proprio domande stupide, su particolari, cavilli e fesserie. Praticamente per farvi un esempio, c'era una parte in fondo al progetto dove parlava della formazione che verrà fatta ai selezionati. Venivano spiegate tutte le cose che sarebbero state insegnate, tutte le ore relative ad ogni lezione, il materiale utilizzato. Ma erano proprio cose inutili e noiose, tanto se mi prenderanno poi quelle cose me le insegneranno, che motivo ho di studiarle ora? E' come se un prof il primo giorno di scuola vi interrogasse sul programma ministeriale, ancora manco iniziato. Comunque, nessuno aveva letto sta parte, io invece comunque me l'ero fatta, anche se non proprio nel dettaglio. Infatti sapevo il numero di ore relative alla formazione, qualche argomento che avrebbero spiegato, alcune attività che avremmo svolto, ecc. E questa continuava a farmi domande sempre più specifiche, sul numero esatto di ore di una specifica attività! Cioè boh. Probabilmente le serviva dimostrare che non avevo risposto alle domande, in modo da potermi scartare.
Comunque personalmente mi sono piaciuta. Le cose le sapevo, le ho sapute argomentare, alle domande ho risposto, credo di essere sembrata professionale e tranquilla, non sono andata affatto in ansia.
Però nonostante questo non ho comunque molte speranze.. I posti sono 4, e i candidati qualche 300.. Credete che non ci sia il figlio di una, il fratello dell'altra e due parenti o amici di qualche persona importante? A riempire 4 posti non è che ci voglia molto.. Comunque boh, vedremo, se ne parla a fine marzo.
Intanto mio padre mi ha fatto presentare domanda per un concorso per agente di polizia municipale a bologna. La paga è sicuramente più alta dei miseri 433,80 euro lordi mensili per i selezionati del servizio civile, però quello lo farei nella mia città, restando a casa coi miei. A bologna dovrei affittarmi un monolocale, portarmi il cane, pagarmi tutte le spese, ecc. Quando mia madre facendo i conti mi ha detto "e l'affitto, e le spese, e poi non devi mangiare?!" le ho risposto ridendo "capirai quanto costano le arance! quella è la minor spesa!" Ed è la verità! Potrei nutrirmi con 20 euro al mese.. Spenderei di più per mantenere il cane, dato che ogni pacco di croccantini costa 10 euro! xD
Comunque, boh si vedrà.. Fare il servizio civile mi piacerebbe molto, ma l'idea di andarmene finalmente di casa, addirittura dall'altra parte dell'Italia, mi attira troppo.
Ma tanto non verrò presa da nessuna delle due parti, quindi meglio tornare coi piedi per terra!

Mi è stato chiesto come stanno i cani. Beh vorrei dire bene, ma purtroppo hanno sempre un sacco di problemi. Sarà l'inverno, sarà lo stress che li fa somatizzare, boh, fatto sta che stanno sempre male. Un po' hanno la tosse, poi la diarrea, un po' zoppicano, un po' vomitano, poi si rifiutano di mangiare, o si mordicchiano a sangue le zampe.. Sempre a turno, sempre cose nuove e originali.
Ieri Martin aveva un occhio mezzo chiuso, gonfio, e ha avuto diarrea tutto il giorno e ha vomitato due volte. Ho detto a mia madre di portarlo dal veterinario, perchè io avevo il colloquio. Sono tornata a casa di sera.. e non l'aveva portato! Dice che non si corre dal medico per ogni piccola cosa, che non bisogna essere apprensive, che era una cosa da niente, che sarebbe passata da sola, che per la diarrea gli aveva dato l'antibiotico e basta. Io non ero d'accordo, ma che ci potevo fare. Fatto sta che stanotte alle 4 e mezza mi ha svegliata per chiedermi dov'era il collare elisabetta (quello grande di plastica) perchè il cane si grattava e si strofinava continuamente il muso. Era gonfio e pieno di bozzi sulla fronte, sulle guance e intorno agli occhi. Era chiaramente una reazione allergica. Le ho detto di dargli il cortisone, e ha riattaccato col fatto che non bisogna essere apprensive, che i farmaci si danno solo in caso di necessità, che il cortisone è fortissimo e fa male e non se ne deve abusare, ecc. Ancora una volta non ero d'accordo ma non potevo farci niente. Io sono tornata a letto, lei è stata a vegliarlo e accarezzarlo tutta la notte. Stamattina era notevolmente sgonfiato, ma ancora pieno di bozzetti, lei era distrutta, e diceva che il cane era guarito. Io ho voluto comunque portarlo dal veterinario, dato che oggi è sabato, e fino a lunedì non avremmo più avuto possibilità di farglielo vedere. Così ci sono andata da sola, e gli ha fatto un'iniezione di cortisone, dato che aveva avuto un forte attacco allergico, in parte ancora in corso. Nel frattempo continuiamo l'antibiotico e vediamo come va.
Lunedì alle 14 gli porto Chucky, dato che è da alcune settimane che cammina perfettamente ma quando corre non piega la zampa posteriore destra, ci zoppica sopra, correndo con le altre 3. Inizialmente pensavo che si fosse affaticato, per cui non l'ho più portato a correre, non gli ho più fatto fare scale, ma il problema continua.. Il veterinario ipotizza, da come gliel'ho spiegato, la rottura del legamento crociato, ma spero non sia così..
Cioè boh.. meglio si trattano e più si ammalano. Quello a che cosa dovrebbe essere allergico?! Manco esce di casa praticamente! E lui come se lo dovrebbe essere rotto il crociato? Possibile mai?! Non ho parole, solo tanta frustrazione e tristezza.

Il fronte cibo va come sempre, se non peggio. Quelle pasticche che ho comprato per il gonfiore hanno l'unica utilità di rendere profumati di menta i miei rigurgiti. Non era proprio l'effetto che speravo, dato che sono comunque sempre sul punto di partorire. Ieri sera avevo la pancia così gonfia, così tesa, così tirata, così rigida, da farmi veramente male. Non potevo stare nè in piedi nè seduta, mi sono dovuta coricare. E mi faceva così male che non ho potuto nemmeno fare addominali. Stamattina mia madre mi ha vista in piedi, di profilo, mentre parlavo con mio padre per quel concorso. Avevo una mano sulla pancia, perchè mi faceva ancora male. E mi ha detto "Tu non me la racconti giusta!" alludendo appunto al fatto che sembro incinta.
Lo so, lo so, è inutile che mi lamento se poi non ascolto i vostri consigli. Ma io proprio non ce la faccio.. Sto troppo male. Sto male perchè sento di mangiare poco e mi risuonano in testa tutte le menate riguardo ai carboidrati, all'olio, al mantenimento, alle 2000 calorie, sto male perchè mangio troppo, perchè mi sento sempre piena da scoppiare, e sto male perchè nonostante questo ancora non mi è venuto il ciclo, sto male perchè mi sento sempre a disagio in pubblico, in spazi chiusi, con abiti aderenti, sto male perchè mi sento sola e vorrei che il mio ragazzo fosse qui, sto male perchè mi sento in colpa al pensiero che in realtà non lo vorrei qui, sto male perchè non riesco a studiare, sto male perchè non riesco a vivere. Sogno il cibo ogni notte, penso al cibo ogni giorno, mi sento in colpa in ogni istante della giornata, qualunque cosa io mangi o non mangi.
Ieri a pranzo ho mangiato 3 fette di pane integrale e un cucchiaio piccolo di olio, e basta, per evitare spiacevoli inconvenienti durante il colloquio. Vana speranza, ero comunque gonfissima e piena d'aria. E lì mi sono resa conto che ha ragione la psicologa. Lei dice che io uso il cibo come scusa, come scudo, come difesa. Che lo metto in mezzo tra me e gli altri, tra me e le cose, per non dover pensare, per non scoprirmi, per avere una via di scampo, qualcosa di conosciuto e di sicuro a cui pensare per non soffermarmi su altre cose. E io pensavo che non fosse vero, o che magari lo fosse all'inizio, quando ero io a controllare il cibo.. ma ora ne sono succube, è il cibo a controllare me, ad avermi ingabbiata. Eppure mentre ero lì ieri al colloquio mi sono resa conto che ha ragione lei, che abbiamo ragione entrambe. Ero in ansia da morire mentre mi ripetevo tutte le cose che avevo studiato, mentre mi facevo esempi, mi facevo domande e cercavo di rispondere, mentre ascoltavo gli altri colloqui.. poi mi sono messa a pensare a ciò che avevo mangiato, a contare le calorie, a pensare a cosa avrei mangiato quella sera.. e mi è passata tutta l'ansia per il colloquio. Mi sono resa conto di botto, col sorriso, che è vero che uso il cibo come difesa per non pensare ad altro. Quando con i libri aperti mi ritrovo a vagare sui conteggi di calorie, sui ripassi dei d.a., sulle previsioni per le cene, ecc, in realtà mi sto difendendo dalla possibilità di fallire l'esame. Impedendomi di studiare, mi impedisco di presentarmi all'esame e quindi di venire bocciata.
Cosa strana, perchè in realtà non mi è mai successo. Sono indietro di alcune materie, sì, ma quelle che ho dato sono sempre andate benissimo, ho la media del 28, se non di più, perciò tutta questa paura da dove dovrebbe venirmi? Forse dal pensiero della laurea che, finendo gli esami, inevitabilmente si avvicina? O dal pensiero che dopo la laurea ho promesso al mio ragazzo che avremmo cominciato a organizzare il matrimonio?
Forse sono tutte queste cose insieme a spaventarmi.. Però non posso continuare a nascondermi dietro il cibo.. Anche perchè sarà pure uno scudo, ma è anche appuntito, pesante e freddo.. E se da un lato mi protegge dai pensieri negativi sulle altre cose, dall'altro lato mi fa avere molti più pensieri negativi e mi dà molto più stress di quanto me ne toglie, oltre agli effetti collaterali quali l'allontanamento dagli amici e dalle persone in generale, i problemi di salute, ecc..

Boh.. Vabbè. Comunque vorrei cominciare davvero a studiare, per fare a febbraio almeno una materia. Lunedì mattina intanto verbalizzo quella che ho fatto a dicembre dopo i due giorni di full immersion (29) e il tirocinio, che ho finito da un po'. Spero che a voi le cose vadano bene, per ora sono stata un po' occupata, scusate se sono stata poco presente sui vostri blog. Un bacio a tutte

13 commenti:

  1. Non e' che sei intollerante a qualcosa, cioè hai fatto esami x questo gonfiore? Xkè io capisco gli abbinamenti come mi hanno detto a me in un commenti a un mio post, ma e' una vita che mangio così e li ho spero solo stritolava scorsa ma la pancia l'ho sempre avuta piatta.. E capisco anche che c'e' chi e' fatto a mela e quindi tende ad accumulare sull'addome, ma se ti fa male non e' ciccia in eccesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *li ho scoperti solo settimana scorsa
      Scusa il correttore del cell -.-'

      Elimina
    2. Non è grasso in eccesso, la pancetta c'è ma è davvero poca. Se contraggo l'addome si intravedono i muscoli sotto lo stratino molliccio. E' da dentro che viene il gonfiore.. infatti la pancia anche quando è gonfia ce l'ho rigida, soda, però enorme.. dovrei essere intollerante a tutto, perchè gonfio con qualunque cosa, pure se bevo acqua..

      Elimina
    3. Si si non stavo dicendo che sei ciccia anzi.. Xo tipo una mia amica non aveva mai avuto problemi, poi l'anno scorso aveva sempre mal pancia, gonfia, vomitava, acidità ecc, ha fatto i controlli ed era diventata intollerante alla carne di maiale e quindi tutto gli dava fastidio, ha preso delle pastiglie e x tre mesi non ha potuto mangiarla, ma ora può anche se solo una volta a settimana.. Quindi prova a fare gli esami, hai troppo sintomi di un inottemperanza

      Elimina
  2. Intanto complimenti per il super colloquio che hai fatto!! Cavolo, 4 posti per 300 candidati... anche io comunque la penso come te, di sicuro in tutta quella gente ci sarà l'amico dell'amico del parente che farà la parte del raccomandato, ma fanculo a loro, in fondo sì può essere una bella esperienza ma i soldi erano davvero una miseria quindi se ti prendono festeggia perchè sei stata una grande, se non ti prendono, mandali a fanculo e non pensarci ahahahha :) Tu sei stata la migliore là dentro ne sono sicura.
    Per quanto riguarda il concorso per agente di polizia municipale direi che cmq hai fatto bene a farlo, alla fine è una cosa che cmq puoi sempre valutare bene dopo.
    A me preoccupa molto il discorso della tua pancia, siamo sicuri sia tutto ok ? Voglio dire, non dovresti fare delle analisi più specifiche per capire bene cosa fare per sistemare questo problema ?
    Per il resto ti spingo a studiare a riprendere in mano bene tutto il discorso università per finirla, certo poi le cose cambieranno e i cambiamenti possono fare paura, ma non angosciarti prima del tempo. Il matrimonio ? Sì ok c'è tempo, anche finita l'università, servono soldi eccetera, ora davvero se ci pensi finisci che ti crei una paranoia veramente grande per qualcosa che per adesso basterebbe un pensierino ogni tanto. E' vero bisogna crescere, ma un passo alla volta non preoccuparti.
    Un bacio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio ragazzo i soldi li ha, il lavoro ce l'ha, la proposta me l'ha fatta, aspetta solo me!
      Dovrei fare dei controlli sì, è che speravo passasse tutto da solo.. uff.. non ne posso più. Ho 20 anni e mia nonna sta meglio di me -.-

      Elimina
  3. Ciao cuccioletta!
    Hai fatto bene a portare i cani al veterinario, quello che sembra "solo un po' di mal di pancia" può essere molto grave. Quindi è sempre meglio un controllo in più che uno in meno. Sinceramente non capisco certa gente che si rifiuta di far visitare i propri cari (umani o no) perché "ah, ma tanto domani passa".

    Bravissima per il colloquio ;) sì, sono solo quattro posti, ma chissà ^_^

    Concordo con Raki, il tuo gonfiore potrebbe essere un'intolleranza, aspettando i risultati dei test necessari, puoi provare queste Asana per ridurre il male ed eliminare il gas Asana sgonfia-pancino ^^".
    Qui ci sono tutte le figure dello yoga, per trovare le istruzioni per quelle descritte nel precedente articolo puoi premere Ctrl+F e scrivere le parole chiave desiderate ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi raccomando, fai solo le Asana più facili!!! Per le altre è meglio avere il supporto di un istruttore o rischi di farti male! :"(

      Elimina
    2. Grazie del consiglio! Gli darò un'occhiata :)

      Elimina
  4. Ciao piccola. Mi dai l'impressione di essere una forza anche tu sai! Come Delia! E come tante altre di cui leggo. Probabilmente anche io. Mine vaganti. Questi animali di merda ce n'hanno sempre una!!!! Muhuahahah!!! Maledetti!!! Io la mia la odio, le dico sempre che è una stronza, e che lei non si deve preoccupare, perchè io non l'abbandonerò mai, sarà lei a farmi lo scherzetto di lasciarmi sola, e neanche tra molto probabilmente, data la sua situazione tragica! Cmq morto un papa peloso se ne dà casa a un altro. Comunque sia diarrea che vomito non sono cose da prendere sottogamba. Sintomi gastroenterici e dermatologici insieme sanno molto di intolleranza alimentare (a lungo termine, non tanto nell'episodio acuto che hai descritto). Diarrea e vomito possono starci anche con l'ingestione di rifiuti (nel senso di schifezze in generale). E il crociato si può rompere anche perchè dio la manda, non c'è bisogno di traumi particolari. Di nuovo ribadisco maledetti pelosi, se non ci fossero loro la mia vita non avrebbe senso, e potrei suicidarmi in pace. Accendo un incenso alla vaniglia per me e per te!

    RispondiElimina
  5. Anche io ho la tendenza a fare come te con gli esami..sostanzialmente cerco di non studiare in modo che,come hai detto tu, se non do l'esame non posso fallire. Ed è una cavolata dato che fallisco sul serio poichè non ci provo.E anche io quando studio vado bene...mah.
    Senti mio padre è medico,io non ho mai avuto gonfiore ma diarrea ecc si. Lui mi faceva sempre prendere l'enterogermina per 2 settimane circa, riequilibra la flora intestinale.Oppure mi faceva prendere i fermenti lattici.
    Funzionava, magari potresti provare o chiedere al farmacista se queste cose possono andare bene per il tuo problema.
    Tu hai tantissima ansia che riversi nel cibo tentando di calmarti,ma nell'altro blog hai raccontato anche altri episodi dove si capisce che tu hai l'ansia proprio per ogni ambito della tua vita.Hai mai pensato di provare a prendere qualcosa per tranquillizzarti?Il Fucus lo puoi prendere in erboristeria ed è naturale,un ansiolitico naturale.Se prendi dei farmaci pero' controlla le interazioni.
    Certo la cosa migliore sarebbe comunque andare da un medico.
    Ciao buona giornata!

    RispondiElimina
  6. Purtroppo nel nostro Belpaese l'accosto passa avanti alla meritocrazia, è un brutto dato di fatto... io ti auguro il meglio, naturalmente, perchè ti eri preparata e lo meriti. E, chissà, se ancora c'è rimasta un po' di giustizia a questo mondo, magari uno di quei 4 posti sarà tuo... In ogni caso, hai fatto benissimo a tentarci: per lo meno, ti sei data la possibilità. E devi essere fiera di te stessa anche solo per questo, a prescindere dal risultato.

    In quanto a ciò che ti ha detto la psicologa, mi sembra un'osservazione molto intelligente. Sai qual è il problema, secondo me? Che se anche ti "nascondi dietro al cibo" per non affrontare problemi/relazioni/situazioni, poi quelle cose non se ne vanno, restano lì... e, alla fine, chiedono il conto... Perchè puoi nasconderti e scappare quanto ti pare, ma non arriverai mai a niente... fino a che non ti deciderai a prendere il coraggio a 2 mani, e ad affrontare tutto quello che, ad oggi, ti fa stare male... e così ti darai modo di cambiare le cose.
    Ti abbraccio...

    RispondiElimina
  7. Ehi come stai? Complimenti per lo studio, dà sempre le sue soddisfazioni fare qualcosa per noi.
    Ti leggo sempre, attendo miglioramenti (anche i miei!)...

    RispondiElimina

Sii civile, non serve insultarmi per parlare con me.