mercoledì 15 gennaio 2014

Astinenza da cioccolato

E' veramente da troppo tempo che non mangio del cioccolato... Non parlo di un po' di cacao amaro in polvere nel latte, parlo di una grossa tavoletta di cioccolata.. o di un pacco di pan di stelle, o di una confezione di saccottini o ancora meglio di kinder delice! E' più di un anno che non ne mangio una..
Ogni volta che vado al supermercato, e ci vado ogni settimana, indugio nel settore dolci e merendine. Le guardo tutte, le controllo, le paragono, leggo i valori nutrizionali, faccio calcoli e proporzioni.. E poi le poso. Le poso tutte, perchè 480 calorie, e spesso anche 560, sono troppe. Ciononostante controllo ogni confezione, ogni settimana. Tutte le confezioni, tutte le settimane. Sono capace di trascorrere un'ora lì, con il desiderio negli occhi e il senso di colpa nel cuore. Mi mangio le unghie, rifletto, pondero, mi insulto, mi supplico, mi arrovello la mente e poi compro sempre qualcosa, perchè non riesco ad andarmene da quel settore a mani vuote. Nella peggiore delle ipotesi prendo una tavolona da mezzo kg di cioccolato fondente al 45% di cacao. Nella migliore me la cavo con una confezione da 100-125 gr di cioccolatini o tortine loacker. Il problema è che ognuna di queste cose dura comunque meno di 24 ore. Spesso meno di 12. A volte non sopravvivono al percorso fino a casa. E comunque ogni volta che torno a casa dalla spesa devo mangiare qualcosa, subito. E' come se fare la spesa poi mi obbligasse ad abbuffarmi. Non posso comprare qualcosa senza poi "assaggiarla". E una volta assaggiata, tanto vale finirla, così che io non possa strafogarmene anche l'indomani. Credo che dipenda da un ricordo infantile.. Ho due fratelli, e quando eravamo bambini andavamo tutti e 3 con mia madre a fare la spesa. Ci compravamo sempre qualcosa di buono, come biscotti e merendine, e al ritorno a casa le assaggiavamo subito. Aprivamo le confezioni direttamente in portineria, aspettando l'ascensore, o al massimo mentre le sistemavamo in cucina. Ma qualcosa dovevamo comunque mangiare subito. Beh io faccio ancora la stessa cosa.
Oggi però è stata la seconda volta che sono andata al supermercato e non ho comprato assolutamente niente di buono. Ho indugiato comunque nel settore dolciumi. Ho controllato tutte le confezioni, le ho soppesate, valutate, tastate e perfino annusate. Ma non ho comprato nulla. Nè biscotti, nè merendine, nè cioccolata, nè budini o creme cioccolatose, nemmeno marmellata. Non so tutto questo controllo da dove sia uscito.. Ho perfino dimenticato di comprare le buste per la cioccolata calda. All'inizio ho pensato che fosse stato il mio inconscio a farmele dimenticare, così che io smettessi di berla. Ma poi mi sono accorta di aver dimenticato anche il tonno al naturale, e quello non era certo al centro delle mie abbuffate, quindi.. mi sa che è stata tutta una dimenticanza casuale.
Non ho comprato nulla di buono ma al ritorno a casa ho comunque dovuto mangiare, è un rituale a cui non riesco a rinunciare. Mah.. Mi andava di condividerlo con voi.

Riepilogo giorni precedenti.
12-01-14
Peso: 50,8
11:45 = tazzona di latte scremato, circa 400 ml (120)
1h 15 mins fuori col cane. 130 squat.
15:00 = 220 gr riso cotto (240) + 1 cucchiaio di olio evo (100?) + funghi + spinaci + 1 mela
30 mins fuori col cane. 110 squat. Mezzo litro di coca cola zero.
18:00 = arance
22:00 = infuso ai frutti misti s.z.
23:15 = 2 biscotti di segale integrale (60)
160 squat. Addominali.

13-01-14
Peso: 50,6
Di nuovo al minimo del peso, ma senza gioia nè soddisfazione
10:30 = 2 fette di pane integrale (122) + 25 gr marmellata (60)
1h 30 mins fuori col cane. 200 squat.
12:30 = 2 banane
14:00 = 250 gr di riso cotto (275) + 1 cucchiaio di olio evo (100?) + asparagi + funghi + spinaci + 1 mela
16:00 = arance
17:00 = ho pulito e leccato il fondo del pentolino con cui ho fatto la cioccolata calda a mia madre
1h 15 mins fuori col cane. 220 squat. 200 saltelli.
19:30 = arance
21:00 = fetta di carne rossa (100?) + cipolline sottaceto + funghi + broccoletti + 1 mela
22:30 = arance

14-01-14
Peso: 50,9
Nessuna frustrazione, solo un vago senso di ridicolo.
11:00 = 200 ml latte scremato (65) + poco cacao amaro (10) + busta da 25 gr per cioccolata calda (90) + 1 galletta di riso (30)
11:30 = 1 banana
30 mins fuori col cane. 70 squat.
13:30 = 1 banana
14:30 = 1 uovo e mezzo (120?) + 1 cucchiaio di olio evo (100?) + funghi + broccoletti + spinaci + arance
2 ore abbondanti fuori casa a sbrigare commissioni, tra cui spesa al supermercato.
18:30 = 2 banane. un pacchetto di biscotti leggerini (sottomarca dei pavesini) (100) + uno e mezzo di un altro pacco (15)
20:00 = una fetta di carne (100?) + una patata piccola bollita (100?) + funghi + spinaci + broccoletti + 2 arance
50 mins fuori col cane. 80 squat.
22:00 = arance. 15-20 gr di frutta secca (100?) + lattina di coca cola zero
200 squat. addominali.

Ho seguito un po' i vostri consigli per due giorni. Non ho mischiato proteine e carboidrati, non ho mangiato tipi diversi di proteine nello stesso pasto, ho aspettato un po' prima di mangiare la frutta dopo i pasti... Ma sono sempre e comunque stata gonfissima, come al solito. Perfino stamattina a digiuno. Una bella pancia da 4° mese di gravidanza. Mi sono comunque presa le misure, così tanto per.
vita: 67 cm. fianchi: 86 cm. seno: 86 cm. culo: 89 cm
coscia nel punto più largo: 50 cm
coscia sopra il ginocchio: 36 cm
coscia esattamente a metà: 42 cm
Fossi meno gonfia avrei qualche cm in meno.. ma vabbè, era giusto per avere un'idea.
Comunque di vita sono larga proprio di natura, di costituzione fisica. Quando ero sui 70 kg avevo più di un metro di circonferenza. A 64 kg era sopra i 90 cm. A 54 kg era sui 70-75 cm. Bah..

Ad ogni modo, dato che non cambiava nulla, ho deciso di tornare alle mie abitudini. Rinunciare alle arance è troppo stressante. Rendetevi conto che adesso mi sento in colpa se mangio la frutta! No ho mangiato da poco, no le arance sono acide e sto ancora digerendo un amidaceo che ha bisogno di un ambiente alcalino, no il latte va bevuto da solo, non posso mangiare ora la frutta, no dopo l'arancia non posso mangiare una banana, non si devono combinare frutta acida e frutta dolce. Ma la frutta acida sta bene con la oleosa. Massì, sbafiamoci un po' di ipercalorica frutta secca a guscio.
Wtf? Questa storia delle combinazioni alimentari mi sta rovinando. Non mi ero mai sentita in colpa per la frutta. La mangiavo quando volevo, quanta ne volevo, fregandomene altamente di tutto. Adesso invece il pensiero di non doverla o non poterla mangiare, mi angoscia.
Oggi ho mangiato un sacco di frutta, e l'ho mangiata vicino o subito dopo i pasti. Mi sento in colpissima, sono agitata, penso che non avrei dovuto farlo, mi chiedo perchè l'ho fatto, è come se mi fossi abbuffata, come se avessi mangiato un intero pacco di kinder delice. Ad un certo punto ho persino pensato di vomitare! Poi mi fermo un attimo, conto le calorie, riguardo il d.a.... niente pane, niente riso, solo una piccolissima patata. Niente dolci, niente zuccheri, solo 25 gr di preparato per cioccolata a colazione. una fetta di carne, meno di due uova, un cucchiaio d'olio, un pacchetto di biscottini, tante verdure e frutta. E mi dovrei sentire in colpa? Ma che si fotta tutto. Non posso vivere così. Non posso ossessionarmi per ogni cosa, ci mancava solo questa! Che poi non ho comunque risolto niente, sono piena di aria in una maniera indegna, se mi dura fino a domattina non avrò il coraggio di uscire di casa, e che cavolo! Oggi ho preso dei medicinali per mio padre in farmacia, e l'ho usato come scusa. Ho chiesto al commesso qualcosa per il gonfiore, gli ho detto che "mio padre" odia le cose effervescenti. Mi ha dato delle compresse.. Domani leggo bene il bugiardino e le provo..
Boh ormai non so più che fare, mi posso dire completamente disperata.

Ah venerdì ho il colloquio per il servizio civile. I giorni passano e io continuo a non fare assolutamente nulla. Avrei dovuto studiare, fare esami, informarmi sul scn.. E invece penso al cibo, alla frutta, allo sport e al gonfiore. Fanculo tutto.

22 commenti:

  1. Intanto in bocca al lupo per il colloquio!! :)
    No, in effetti non puoi vivere così, se la frutta ti da angosce non va assolutamente bene, pensi la dottoressa possa aiutarti in questo ? Ma lei ti fa domande al riguardo ? Lo dico perchè... insomma è il suo lavoro farti stare bene, per carità non in due minuti però...
    Non sentirti in colpa cara per la frutta, perchè se partiamo così non va bene, sei stata brava secondo me con i d.a. se puoi cerca, ripeto cerca di non avere brutte sensazioni.
    P.S.: anche io sono sempre in carenza di cioccolato.... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei fa quello che può, ma lo sforzo deve venire di me.. sono io a decidere di cosa parlare, e non sempre è il cibo. Quello è il sintomo, ma nasce da problemi relazionali profondi!

      Elimina
  2. Ciao Softy, mi dispiace tu sia arrivata a condizionarti così tanto per il fattore frutta. Io ti capisco perché faccio lo stesso, ma a me sta bene così, sono contenta di sentirmi in colpa perché da quando ho cominciato a seguire queste regole, il mio gonfiore esagerato (tanto che a volte mi sentivo male ad uscire di casa perché mi faceva rumori lo stomaco per la troppa aria presente) è completamente sparito. Il gonfiore, inoltre, rallenta di molto la digestione, perché lì dentro, per la troppa aria, le cose non possono muoversi come dovrebbero. Se la cosa ti crea stress, abbandonala, perché tanto anche lo stress crea molta aria e quindi come dici tu, fanculo, tanto vale riprendere come prima. Però ti assicuro che i benefici col tempo li sentiresti, se dovessi decidere di continuare così. All'inizio ti sembrerà che sia tutto come prima. Ci vuole tempo perché la situazione si stabilizzi un po', ma ne vale la pena. Io mischiavo tutto come te, senza badare a combinazioni sbagliate o roba simile. Non lo farei mai più. Se il nostro stomaco non sta bene, non stiamo bene neppure psicologicamente.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  3. Sottoscrivo in pieno le regole che ti hanno dato. Anche io fino a qualche settimana fa ero piena d'aria, in più rigurgitavo e ruttavo fin troppo... poi mia madre mi ha dato più o meno gli stessi consigli, ho cominciato a stare attenta a cosa e quando mangiavo, l'accqua la bevo sempre prima di mangiare, la frutta negli spuntini, mai sopo il pasto, e ora mi sento molto meglio. Non pensare che si risolva tutto dopo un giorno, sarebbe stupido... però tieni duro, che passerà anche questa :)
    Come stanno i tuoi cani? (Il mio quando sono via in settimana mi manca terribilmente ._.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si posso immaginare.. anche io ormai per questo problema mi sento a disagio in pubblico.. sui cani ho scritto un altro post!

      Elimina
  4. Ciao tesoro sono Eva. Ti sento un po' giù ultimamente...i tuoi da non sono affatto male, anzi! Hai reintrodotto l'olio e un po' di riso e patate, mangi tanta frutta e verdura, dal punto di vista alimentare stai andando benone! Pensa ai risultati ottenuti, ai passi in avanti che hai fatto da questa estate. Non ti angosciare troppo, ho paura che tu stia cadendo in un buco di nuovo, voglio sentirti positiva e pronta a nuove sfide!! Il serv.civ. potrebbe essere una bellissima esperienza, così come il volontariato, hai dimostrato tante volte di essere molto sensibile e potrebbero aiutarti anche a relativizzare la tua situazione e vederla con più lucidità. io sono sicura che tu vuoi star bene, devi voler bene a te stessa, lo dobbiamo tutte. Bisogna uscire dal tunnel del senso di colpa! Io ho chiuso tutto per costringermi a non avere il peso come pensiero fisso ... niente più account google, niente blog .... ed il risultato è che sto vivendo di cappuccino, caffè e zuppe knorr la sera. Gran bel risultato! :( Forse è l'inverno che cci rende più pessimiste.. Boh.
    Ti auguro tanta felicità e passerò di nuovo. EvaF

    RispondiElimina
  5. Ciao,
    intanto mi verrebbe voglia di prendere a schiaffi chi ti ha dato quei consigli del cavolo sulla frutta...della serie ''regaliamo una paranoia''.
    Come ti avevo già detto SBATTITENE di questi fantomatici abbinamenti che secondo me e non solo, sono solo e unicamente cazzate. Tu capisci che chi sta male quanto te non possa darti un consiglio razionale no?
    Gli unici consigli razionali possono darteli i medici...e allora vai da un medico e digli quello che ti succede.
    Senti io non ho capito un cosa...tu vai al supermercato, acquisti del cioccolato e poi non lo mangi a casa? però lo compri giusto?
    Beh comunque credo che tutte quelle come noi siano maledettamente affascinante dai supermercati, specialmente le anoressiche perché non mangiando hanno pensieri ancora più ossessivi sul cibo e guardando ricette, stanno ore al supermercato ecc.
    Se, da quello che ho capito, comunque del cioccolato o qualcosa di buono lo acquisti... beh mi sembra qualcosa. Vuol dire che, comunque, ti dai l'opportunità di mangiarlo....se non lo comprassi non ci sarebbe alcuno spiraglio no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cioccolato lo compro e me ne abbuffo, ripromettendomi di non comprarlo più. Perchè non sono capace di farmi durare le cose. Non so mangiare una merendina al giorno e finire il pacco in 10 giorni. Me le mangio tutte subito e poi vivo di sensi di colpa per i 9 giorni successivi. Comunque il mio comprare il cioccolato non era un desiderio che veniva soddisfatto.. Era come se non potessi farne a meno. Come se lo dovessi comprare per forza, come se ne avessi bisogno. Lo compravo controvoglia, in prenda all'ansia e alla paura di ciò che sarebbe successo dopo, l'abbuffata appunto..
      Adesso è da un po' che non ne compro più. E la stessa cosa è per tutte le cose buone che esistono.. L'ultima volta che ho comprato un barattolo di marmellata è durato nemmeno 12 ore. Perciò per ora evito, finchè non sarò capace di gestire meglio i dolci e di non abbuffarmene..

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Beh, Bianca ha torto. TUTTI i medici, o perlomeno la maggior parte, sconsigliano di mangiare la frutta insieme ai pasti. E di abbinare tipi diversi. La macedonia è una botta micidiale pro-ritenzione. Poi fai come ti pare.

      Elimina
    4. Anche il mio dietologo mi aveva tolto la frutta dai pasti, mettendomela negli spuntini.

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Non scusarti per la lunghezza dei tuoi commenti e non hai alcun bisogno di defilarti! Ho ben capito il tuo punto di vista, e mica te ne faccio una colpa. So che se le cose, anche le più semplici, diventano per me vere e proprie ossessioni, dipende solo da me..

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. Ti ripeto che non sei noiosa, ti leggo con piacere, anzi mi piacrebbe saperne di più su di te, se tu avessi un blog.. i tuoi discorsi sono molto validi e razionali, a non essere razionale purtroppo sono io! ^^"

      Elimina
  7. Super in bocca al lupo per il colloquio!! <3

    RispondiElimina
  8. Io non volevo accusare nessuno solo che, anche se a fin di bene, i consigli vanno dati con le pinze a persone che hanno la tendenza a "ossessionarsi".
    A me il mio dietista non ha mai dato questi consigli, sarà anche che nonostante mi riesca a mangiare questo mondo e quell'altro durante le abbuffate, non ho mai sofferto di gonfiore.
    Secondo il mio umile parere forse questi problemi che ha Softy nascono per una concatenazione di eventi relativi al DCA perchè prima,a quanto ho capito,non aveva alcun problema giusto?
    Beh secondo me dovresti andare da un gastro enterologo...chi meglio di lui puo' aiutarti?
    Poi è vero che in 2 giorni giusto la divisione dei pani e dei pesci ha funzionato ma per il resto purtroppo ci vuole molto di più :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh in realtà non lo so.. ho sempre avuto la pancia enorne rispetto al resto del corpo. Ma ero grassa, quindi me ne fregava poco. Ora sono magra (o cmq più magra di prima) e averla sempre così gonfia mi fa impazzire..boh credo che andrò dal medico, anche se sarà piuttoato imbarazzante..

      Elimina
  9. Innanzitutto, spero che il colloquio per il servizio civile sia andato bene...

    In quanto al cioccolato... ci sono diversi studi sicentifici che dimostrano che mangiare piccole quantità quotidianamente di cioccolato (intorno ai 20 - 30 grammi) ha degli effetti assolutamente benefici sulla nostra salute, perchè stimola la sintesi di endorfine e fornisce degli acidi grassi essenziali al nostro organismo...

    P.S.= Sono un medico, e come tale ti dico: lascia perdere quello che trovi scritto su Internet o quello che ti viene detto da "commentatrice chissàchi" a proposito dell'alimentazione... Rivolgiti ad un dietologo/dietista, un professionista competente che ti sappia consigliare in maniera del tutto adeguata e personalizzata, e che possa aiutarti a elaborare un regime alimentare adatto alle tue necessità, e che non ti crei più ansia e stress del dovuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il dietologo me l'ha già fatto un piano alimentare da 1000 calorie, mi ha detto di tornare quando fossi riuscita a seguirlo per un mese.. e ancora mi aspetta.

      Elimina
  10. Non credo sia l'inverno per me, io il periodo peggiore l'ho passato quest'estate! Anche io avevo chiuso il blog per allontanarmi da pensieri sbagliati.. ma mi mancava scrivere, mi mancavate voi!

    RispondiElimina

Sii civile, non serve insultarmi per parlare con me.