sabato 30 novembre 2013

Eccomi e rieccomi

Nuovo nickname e nuovo blog, per il resto non è cambiato proprio niente.
Sempre gli stessi problemi, sempre gli stessi obiettivi, sempre le stesse sfide, sempre le stesse ossessioni. Sono Lauretta Dieta, per chi si ricordasse di me. Ma da oggi sarò solo Softy.
Vi dico brevemente qualcosa su di me:
Ho 21 anni e vado all'università, frequento psicologia, anche se non apro libro da 6 mesi. Il mio ragazzo è D, lavora sulle navi e sta via molti mesi alla volta. E' partito già da un mese. Ho due cani, uno da un anno e mezzo, e uno raccolto dalla strada il giorno di ferragosto. Quest'ultimo abbiamo provato a regalarlo 2 volte, ma ci è sempre tornato indietro, e ormai resterà con noi. Problema: i due non si sopportano e dobbiamo sempre tenerli separati, il che equivale a vivere costantemente con le porte chiuse in casa. Frequento due volte a settimana un gruppo di terapia, e una volta a settimana vado dalla psicologa in terapia individuale.
Ho un cattivo rapporto col cibo, fatto di restrizioni, rinunce, conteggi, concessioni, attacchi d'ansia, sacrifici, digiuni, abbuffate e compensazioni.
Sono alta 1,62 cm e peso 52-53 kg. Ne ho persi 17, 12 tra il settembre e il dicembre dell'anno scorso e altri 5 tra giugno e luglio di quest'anno. Da luglio infatti ha smesso di venirmi il ciclo mestruale. Dopo una cura ormonale e la reintegrazione di alcuni alimenti come l'olio, a ottobre mi è venuto. E dopo aver interrotto la cura ormonale e pressoché smesso di usare l'olio, a novembre mi è saltato di nuovo. O chi lo sa, potrebbe ancora venirmi in ritardo.
La mia psicologa sostiene che non ho un disturbo del comportamento alimentare. Ho un problema di ipercontrollo, che attuo in tutte le aree della mia vita, in tutte le situazioni, in tutte le relazioni, e che sfogo concretamente anche sul cibo, che posso ovviamente controllare, pesare, misurare, calcolare, negarmi o vomitare facilmente. Secondo lei parlare di cibo non è infatti molto utile, il cibo non è solo cibo, è un mezzo, un simbolo, e devo trovargli un significato a partire dalle mie relazioni, dalle mie emozioni. Risolvendo i problemi con i miei genitori, con i miei amici, col mio ragazzo e sopratutto con me stessa, il problema del cibo si risolverà da sè. Così dice lei, vedremo.
Il mio dietologo mi ha dato una dieta di mantenimento da 1000 calorie, dato che ne assumevo molte meno. Ma non riesco a seguirla. Non riesco a mangiare pane, pasta, riso, olio, senza avere attacchi di ansia. Difficilmente comunque sforo dalle 1000 calorie, ma le utilizzo quasi tutte per mangiare dolci. Sono quelli il mio problema peggiore. Cioccolata, merendine, budini, gelati, e schifezze varie. Il salato non mi ispira, le patatine fritte e quelle imbustate potrebbero scadere e muffire, ma se ho in casa un barattolo di gelato o una tavoletta di cioccolata il mio controllo va a farsi fottere. Mi nutro quasi esclusivamente di dolciumi e verdure, ed effettivamente riesco a mantenere il peso. Aumento di qualche etto, restringo, li perdo, mi abbuffo, aumento di peso, restringo, ecc.
Il problema non è tanto il peso in sè, ma la mia salute. Alla fine della giornata il mio D.A. normale (di quando non mi abbuffo) conta 2 cornetti algida, una tortina loacker, un budino al cioccolato, 3 gallette di riso, una scatoletta di tonno al naturale, mezzo barattolino di fagioli, una fetta di tacchino. 650 cal di schifezze e 300 cal di cibo vero, a parte frutta e verdura. Quando va proprio bene aggiungo un cucchiaino di olio evo. Quando va davvero male, aumenta il numero delle schifezze e diminuisce quello dei cibi sani, per cui il totale di calorie è pressochè lo stesso, o di poco superiore, ma fatto esclusivamente di carboidrati e grassi.
E io mi sento sempre intossicata, piena, gonfia, pesante, nauseata. Eppure non riesco più a fare a meno dei dolci, sono come una droga. Mi sono ritrovata una notte a vagare in macchina per la città alla ricerca di una gelateria ancora aperta. Come una drogata in cerca di una dose.
Ma se cerco di negarmeli, mi trovo a qualsiasi ora del giorno e della notte ad abbuffarmi fino a stare fisicamente male, e a piangere ore da sola seduta a terra dietro una porta chiusa, o sul water a vomitare. Perciò voglio procedere per piccoli passi. Poco alla volta, senza negarmi nulla, senza cercare di digiunare. Voglio togliermi qualche sfizio, ma senza esagerare, per smettere di abbuffarmi e per stare bene, per sentirmi più leggera, più sgonfia.
Tra i miei obiettivi attuali non è incluso il dimagrimento. Vorrei tanto perdere ancora molti kg, ma sto cercando di mettere da parte le ossessioni e di ricominciare ad essere normale. Voglio combattere contro i miei demoni e vincerli, e se un giorno deciderò di perdere ancora qualche kg, lo farò in maniera normale ed equilibrata, e in un arco di tempo più lungo.
Per adesso voglio imparare a mangiare per imparare a vivere. Voglio smettere di soffocare le mie emozioni, di negarle, di sopprimerle, di apparire quasi un mostro senza anima a chi mi sta intorno.
Perchè un blog? Perchè amo scrivere, e perchè ho bisogno di parlare con persone che possano capirmi. Quello che avevo prima mi ha solo fatta peggiorare, buttandomi sempre più giù nel tunnel, da cui credevo non sarei mai uscita. Non era colpa del blog nè tantomeno delle blogger con cui ero in contatto, la colpa era del mio modo di usarlo. Dimagrire era più importante di ogni altra cosa, più del mio fidanzato, più di mia madre, più della mia salute. Sono servite un'infezione renale, 4 giorni di febbre a 40, l'amenorrea, la gastrite, le infiammazioni, i problemi intestinali, vedere mia madre piangere e minacciare di farmi ricoverare e due litigi bruttissimi col mio ragazzo per farmi capire quale direzione avessi preso. Ho chiuso il blog, per disintossicarmi dalle mie ossessioni. Non sono guarita, non ho risolto i miei problemi, ma sto cominciando a guardarli da un altro punto di vista. E magari facendone un uso diverso, questo blog può essermi di aiuto.
Avevo fatto la 50 days binge free challenge ed avevo effettivamente smesso di abbuffarmi, ma anche di mangiare bene. Adesso la voglio rifare, con un altro approccio. Non voglio combattere le abbuffate coi digiuni adesso, voglio sconfiggerle col cibo. Imparare a mangiare per imparare a vivere. Riuscirci non lo so, ma almeno posso provarci.

Tra qualche giorno vorrei rendere il blog privato, perciò per favore se siete interessati a seguirmi scrivetemi la vostra e-mail in un commento, così che io possa invitarvi.
Un bacio a tutte

18 commenti:

  1. Mi ero molto affezionata alla tua storia.Sono felice che tu voglia stare bene e combattere con il cibo e non contro di lui.
    Atreiu.artax@hotmail.it

    RispondiElimina
  2. Anch'io mi ricordo di te, e apprezzo il diverso approccio!
    insoddisfazioneperenne@gmail.com

    RispondiElimina
  3. Ottimo nuovo approccio!
    Mi ero chiesta dove fossi finita 0.0
    Sono contenta del tuo ritorno. La mia mail è minoutiffany@hotmail.fr
    Mi interesserebbe molto sapere la dieta del tuo dietologo! Se ne hai una copia da mandarmi mi faresti davvero piacere :D
    Ti abbraccio!
    B.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lasciami anche la tua di mail, così ti aggiungo anche io al mio blog privato!

      Elimina
    2. Softyskinny@gmail.com :)

      Elimina
  4. Ti ringrazio per il commento che mi hai lasciato! :)

    Detto ciò, posso capirti, così come suppongo riescono a fare le altre ragazze che hanno commentato il post, precedentemente a me.

    Ti lascio la mia e-mail: breathebones@hotmail.it

    Ti seguo, un abbraccio cara.

    RispondiElimina
  5. Ciao...vorrei seguirti anche io :)
    eva822013@gmail.com

    RispondiElimina
  6. boostmethabolism@gmail.com

    RispondiElimina
  7. Ti seguivo anch'io, con un altro profilo (anidride solforica mi chiamavo)
    Mi farebbe piacere continuare a leggerti :-)
    annie95.moi@gmail.com

    RispondiElimina
  8. Ti seguo anche io :) La mia mail è
    guendalina124@yahoo.it
    Tu dici che sia possibile perdere 10 kili in un mese?
    Tu come faresti? ho anche io un blog, ma non ho ancora la determinagione giusta e dopo circa 3 giorni di dieta ritorno sempre all'abbuffata :( e per questo mio odio! In bocca al lupo <3 un bacio

    RispondiElimina
  9. Mia cara, che bello leggerti ancora, ma lasciami subito dire una cosa: tu dici che non è cambiato proprio niente, non è vero :) Io leggo una ragazza maturata, consapevole e molto cresciuta che vuole continuare così e questo mi fa molto piacere. Un bacio :*

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Sono molto interessata a seguirti perché anche io ho problemi con il cibo.. La mia e-mail è ash.chatterly@gmail.com

    RispondiElimina
  13. digitalsuicidelullaby@gmail.com

    RispondiElimina
  14. Ciao Softy, so che il blog è un po' vecchio ma adesso lo comincio a leggere. Conosci il mio blog, ma ti lascio comunque la mia mail: xZarwellx@GMail.Com

    Z.

    RispondiElimina

Sii civile, non serve insultarmi per parlare con me.